WhatsApp: gli utenti effettuano 100 milioni di chiamate vocali ogni giorno

WhatsApp_100_milioni_chiamate_vocali

E’ ormai da alcuni anni a questa  parte che WhatsApp, la popolare applicazione di messaggistica istantanea creata Jan Koum e Brian Acton e lanciata nel 2009, continua ad abituarci a numeri sempre più importanti che dimostrano il successo ottenuto tra la popolazione globale che sempre di più preferisce affidarsi a questo strumento per comunicare piuttosto che alle tariffe offerte dai principali operatori di telecomunicazioni.

Il successo di WhatsApp è cresciuto talmente tanto che, da qualche mese a questa parte, è stato confermato il traguardo del primo miliardo di utenti attivi ogni mese, e adesso è invece il momento di confermare un altro obiettivo decisamente positivo per la società. Attraverso il blog aziendale, WhatsApp ha annunciato che gli utenti effettuano attraverso l’applicazione 100 milioni di chiamate vocali ogni giorno.

WhatsApp, come noto, è nata a tutti gli effetti come un’applicazione di messaggistica utilizzata per scambiare messaggi di testo, ma è stato per la prima volta nel 2014, circa due anni fa, che i suoi fondatori hanno iniziato ad ipotizzare l’integrazione di nuovi strumenti che consentissero di ampliare le opportunità a disposizione degli utenti per comunicare tra loro, ed è così che gli sviluppatori hanno iniziato a lavorare alle chiamate vocali.

Nel gennaio 2015 WhatsApp ha iniziato a rendere disponibili le chiamate VoIP su dispositivi iOS, e in seguito anche Android e Windows Phone, e a distanza di un anno e mezzo i risultati ottenuti sembrano aver dato ragione alla società. Ogni giorno attraverso WhatsApp vengono quindi effettuate un totale di 100 milioni di chiamate vocali, circa 1100 al secondo, ed è quindi evidente come molti utenti sembrino aver apprezzato questa novità che WhatsApp ha integrato dare modo ai suoi utenti di restare in contatto con amici e familiari attraverso la propria voce.

La novità, oltre che rivelarsi positiva per WhatsApp, è altrettanto importante per Facebook, che nel 2014 ha acquistato la celebre applicazione di messaggistica per una cifra record, ma altrettanto positiva potrebbe non essere per i tradizionali operatori di telefonia mobile, che si trovano di fronte un concorrente sempre più agguerrito che continua ad essere una delle cause di perdite economiche non indifferenti, causate dal sempre maggior numero di persone che alle chiamate da cellulare ed sms, preferisce i messaggi istantanei e le chiamate VoIP di WhatsApp, risparmiando cifre importanti.

A questo punto, dopo aver anche integrato la crittografia end-to-end ormai da qualche mese, WhatsApp ha confermato di essere costantemente al lavoro sull’ottimizzazione dell’esperienza destinata agli utenti. E se in termini di opzioni per comunicare e strumenti di condivisione, WhatsApp continua a crescere contrastando la concorrenza di realtà come Skype, a questo punto il prossimo passo potrebbe essere l’introduzione delle videochiamate, una novità che completerebbe l’offerta di WhatsApp permettendo non più solo di leggere o ascoltare il proprio interlocutore, ma finalmente guardarlo anche in faccia.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: