Mercatini di Natale

Mercatini di Natale

foto 1

Come ogni anno è arrivato il momento dei Mercatini di Natale, tanto atteso da grandi e piccini.
È inutile dire che l’immancabile atmosfera natalizia trova la sua espressione più romantica e nostalgica proprio in manifestazioni tipiche come quelle che si celebrano nei tanti mercatini che sorgono nelle capitali di quasi ogni paese europeo… baluardo delle radici e tradizioni più intime legate al Natale.

Lasciando, infatti, le grandi feste delle tavolate imbandite ai coraggiosi che si fanno carico di pranzi e cenoni di natale… per gli altri , per i vacanzieri dei viaggi medio, lungo raggio ci sono i mercatini delle Capitali europee.
L’Italia ha una lunga tradizione di mercatini di Natale: i più famosi sono quelli di Trento, Bolzano, Merano, Brunico… e ovviamente, noi romani, abbiamo moltissime occasioni di visitare Mercatini di Natale in ogni piazza storica e angolo turistico di Roma …..
Ma sarà forse per il clima natalizio, sarà forse per la lunga tradizione … io consiglierei di non mancare di visitare almeno un Mercatino di Natale di una delle Capitali Europee. I più antichi e i più belli sono nel Nord Europa e ogni anno vengono stilate graduatorie di gradimento su guide e siti di tutti i generi.
Ovviamente in Svizzera, Austria, Germania, Norvegia, Finlandia, Svezia si tengono i più famosi , ma onde poter raggiungere un Mercatino di Natale bellissimo, a prezzi un po’ più morigerati (pur sempre serve almeno un weekend di permanenza fuori ), consiglio di esplorare le possibilità che le tante tratte dei voli low cost (es.:www.wizzair.com) suggeriscono come meta ideale.
Grande interesse infatti generano le nuove mete del turismo europeo , in particolare le capitali dell’est europeo: Estonia, Lettonia, Ungheria, Polonia, Repubblica Ceca…
Inoltre ce da dire che in questo periodo (novembre) ci sono le tariffe più vantaggiose dei voli in Europa… (e questa è statistica…!!!!).
Come le tariffe aeree sono vantaggiosi anche i costi legati alla permanenza: gli alberghi propongono tariffe speciali con offerte legate ai tour della città e magari anche ingressi ridotti ai tanti stabilimenti termali, al chiuso o all’aperto, meravigliosi specialmente quando già scendono i primi fiocchi. Inoltre ci sono tanti siti su cui prenotare appartamenti a costi vantaggiosi.

Mercatini di Natale a Budapest

I mercatini che sicuramente saranno tra i più visitati anche quest’anno, sono quelli di Budapest: particolari, pittoreschi con chalet in legno per bancarelle, e sparsi nei luoghi più belli della città; i principali sono in Piazza Vörösmarty (vicino al famoso Ponte delle Catene), nella fashion Street ( vicino a piazza Deak Ferenc) , e in Piazza Szent Istvan (avanti alla Cattedrale di Santo Stefano – protettore della Città), (apriranno il 13.11.2015 e termineranno il 06.01.2016. Saranno aperti tutti i giorni dalle 10.00 alle 20.00; il 24 Dicembre dalle 10.00 alle 14.00; rimarranno chiusi nei giorni del 25 e 26 Dicembre).

In ognuno di questi tre luoghi si può trovare qualcosa di veramente caratteristico : dai prodotti artigianali (prodotti in ceramica nei vari stili che si sono succeduti nella cultura ungherese, pipe di legno scolpito , prodotti in ferro battuto, lana cotta, guanti e cappelli tradizionali in vello d’agnello …), alle specialità dolciarie e culinarie (strudel, Kürtőskalács, gulash, palinka, unicuum ….e il forralt bor – vin brûlé… da bere quando la temperatura si fa più rigida) .
Inoltre è possibile assistere a concerti e rappresentazioni folkloristiche in costume tradizionale; Nei giorni precedenti al Natale alcune compagnie teatrali rievocano la Natività.

foto 2

Compagnia di Balli folkloristici

foto 3

Antico costume tradizionale ungherese

Il Mercatino Natalizio di Piazza Vörösmarty, infatti, è il mercatino delle specialità artigianali, ci sono almeno 100 chalet in legno che vendono i migliori prodotti della tradizione ungherese. Si allestisce l’albero di natale e le associazioni culturali della città organizzano un fitto programma di eventi ed esibizioni legate alla tradizione (concerti, rappresentazioni, balli…).
Dobbiamo ricordare che ci troviamo nella patria di Ferenc Liszt (Franz List) … e quasi ogni ungherese ha un amore speciale per la musica e in questo periodo, grazie ai tanti concerti sparsi per la città, si può capire la particolare sensibilità di questo popolo per la musica.

L’altro Mercatino Natalizio è quello di Szent Istvan Tèr … la Piazza della Cattedrale di Santo Stefano , dove si celebra la festa con uno spettacolo di proiezioni di immagini , musica e colore sulla facciata della Cattedrale. La Piazza, costantemente animata dalle bancarelle di legno , dalla pista di pattinaggio sul ghiaccio allestita per l’occasione, si ferma ad ammirare lo spettacolo .

Una curiosità:
Secondo la tradizione ungherese il 6 dicembre i bambini ricevono la visita di Mikulas (e cioè San Nicola – Santa Klaus, il nostro Babbo Natale).

foto 4                         foto 5

foto 7    foto 6

Mercatino in Piazza Szent Istvan Tèr  e la Cattedrale di Santo Stefano illuminate

(Se cerchi Affitti a breve di appartamenti per vacanza : Ilona – parla italiano: staybudapest@yahoo.com e riceverai un gentile omaggio facendo riferimento al sito della Ragnatelanews) .

Prodotti tipici Natalizi Magiari
Passeggiando tra le bancarelle sarete investiti dalle fragranze delle specialità ungheresi: per ingolosire i palati eccone una breve elencazione… (ovviamente sono solo alcune delle tante specialità).
I Kurtoskalacs : dolci lievitati a forma di cono ricoperti di zucchero o di noci, cocco, cioccolato , ecc , che vengono preparati al momento …. Ma sicuramente l’attesa vicino le braci non è un problema sia per il buon profumo che emana da questi dolcetti, sia per il bel tepore…
foto 9   foto 8

Forralt Bor: (vin brulé aromatizzato al miele, alla cannella, al garofano o allo zucchero di canna) di cui potrete conservare la tazza diversa ogni anno.

foto 10

PÁLINKA (palinca): grappa ungherese, liquore naturale che viene distillato in 100% di frutta o di erba autoctona, prodotta e coltivata nel Bacino dei Carpazi in Ungheria che viene bevuto come aperitivo… (le più diffuse sono di : albicocca, ciliegia, prugna, pesca, amarena, pera, uva e mele cotogne. )

foto 11

Bejgli: è un tipico dolce della cucina ungherese, viene preparato durante le feste di Natale. Il bejgli è un dolce ripieno con crema di nocciole semi di papavero o noci e uvetta, ma può anche essere ripieno con la marmellata a seconda dei vostri gusti

foto 12

Szalon cukor (cioccolatini da appendere all’albero ripieni di marzapane, gelatina di frutta o crema alla vaniglia): sono un tipo di dolce tradizionalmente associato al Natale in Ungheria. Di solito è fatto di fondente , ricoperto da cioccolato e avvolto in un foglio lucido e colorato , poi appeso sull’albero di Natale come decorazione .

foto 13

Il VINO TOKAJI (tocai bor) :” Vinum regum, rex vinorum ” , è un vino noto agli intenditori.
Definito re dei vini, vino dei re (epiteto coniato secondo la leggenda da Luigi XIV di Francia), un tempo era usato come pregiato dono che gli ungheresi offrivano ai re e ai grandi ecclesiastici di tutta Europa.

foto 14

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: