fbpx

Come riconoscere un diamante vero da un falso

Non è di certo un segreto: i diamanti sono pietre preziose dal valore decisamente elevato che, in base alle loro caratteristiche, possono offrire dei profitti alquanto interessanti se vendute. Quando però si ereditano dei gioielli, il primo dubbio che sorge è sempre lo stesso: sono originali? Si tratta di diamanti autentici oppure di semplici zirconi, il cui valore sarebbe del tutto trascurabile? Richiedere una valutazione brillante è senza dubbio la cosa migliore da fare per rispondere a queste domande ed avere la conferma dell’autenticità del proprio gioiello. 

Esistono però alcuni trucchi che nel frattempo si possono sperimentare in autonomia e che permettono di capire, seppur non con assoluta certezza, se quello che si ha di fronte sia un diamante vero oppure no. Vediamoli insieme. 

# Trucco del respiro

Il trucco del respiro è uno dei più semplici, ma vale la pena provarlo perché effettivamente permette spesso di riconoscere uno zircone e dunque escludere l’autenticità del gioiello. Innanzitutto, è importante sapere che i diamanti sono resistenti al calore dunque in presenza di vapore acqueo si appannano solo per un istante, a differenza di altri materiali che invece tendono a rimanere tali più a lungo. Il trucco del respiro prevede di alitare sopra alla pietra, tenendola in mano con due dita. Se questa rimane appannata solo per qualche istante, allora è probabile che sia un diamante vero. Se al contrario impiega qualche secondo potrebbe essere uno zircone. 

# Trucco dell’acqua

Un altro trucco da provare per verificare se la propria pietra preziosa sia un diamante vero oppure no è quello dell’acqua. Si tratta di un test semplicissimo, che però non sempre è in grado di dare una risposta definitiva alla propria domanda. Sostanzialmente, non bisogna fare altro che immergere la pietra in un bicchiere pieno di acqua: se questa galleggia, allora quasi sicuramente si tratta di un falso. Se al contrario affonda, potrebbe essere un diamante così come un altro materiale pesante. 

# Trucco del puntino

Per riconoscere un diamante vero da uno zircone è possibile anche provare con il trucco del puntino. Non bisogna fare altro che disegnare su un foglio bianco un puntino, utilizzando una normalissima penna. A questo punto è importante posizionare la pietra sopra al punto, in modo che questo si trovi al centro della stessa ed osservare. Se il riflesso rimane circolare e piuttosto definito, allora con ogni probabilità quello che si ha davanti è uno zircone o comunque un gioiello falso. Se al contrario il riflesso si disperde e risulta appena percettibile, allora potrebbe trattarsi di un vero diamante. 

Questi sono dei metodi piuttosto rudimentali per capire se un diamante sia vero oppure no, ma naturalmente non si possono considerare assolutamente scientifici o attendibili. Se dunque si intende mettere in vendita i propri gioielli, conviene far valutare le pietre preziose in modo da capire se siano autentiche e quale sia il loro reale valore di mercato. Si tratta di uno step fondamentale, anche per evitare di guadagnare meno dalla vendita dei propri diamanti ed ottenere il giusto compenso.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: