Baby sitter picchia bimbo, ma rimane libera

josh

Una serata di libertà per due coniugi, si è trasformata in un incubo. Hanno lasciato il loro bambino alla babysitter e al loro rientro la scoperta scioccante. Chi avrebbe dovuto coccolare e tranquillizzare il piccolo per l’assenza di mamma e papà, invece di giocare con lui  si è trasformata in una vera e propria aguzzina. Il bambino terrorizzato e tremante per le percosse, è stato trovato dai genitori, al rientro, con graffi e lividi sul volto.

Sono passati due mesi dall’evento e malgrado la denuncia, non è stato preso alcun provvedimento per la donna (che non era nuova a questi episodi). Purtroppo i coniugi hanno peccato di ingenuità, per loro stessa ammissione.

Joshua e Alicia Marbury hanno trovato il bambino che aveva subito vere e proprie violenze fisiche se non anche verbali. “Il suo atteggiamento attualmente nei confronti delle persone è di grande diffidenza. Questa brutta esperienza non potrà non lasciargli strascichi” questo afferma oggi la mamma. Il piccolo Jacob è rimasto scioccato da quando accaduto e piange disperato ogni volta che la mamma si allontana. “Si è ripreso dalle ferite ma questa cosa gli resterò per sempre“.

Il papà su Fcebook ha condiviso la propria esperienza :

https://www.facebook.com/Joshua-Marbury-1568907126736489/?fref=ts

“Dopo due mesi abbiamo scoperto che le accuse sono state lasciate cadere perché il mio bimbo di un anno non può parlare e raccontare che è stato picchiato e non può dimostrare che ha sofferto o che questa persona ha agito intenzionalmente”

Non è stata avviata nessuna indagine perché la baby sitter non può essere accusa di alcun reato, secondo una legge dello Stato dell’Oregon: il bambino non può parlare e non può accusarla.

 Screenshot 2016-05-26 13.06.28

Io di  solito cerco di tenere i fatti della mia famiglia e della mia vita privata lontano da interferenze esterne. Non ho normalmente bisogno di attirare l’attenzione. Ma questa volta è diverso. Due mesi fa, se non di più, mio figlio di 1 anno è stato colpito nella parte destra del viso dalla nostra babysitter (il cui nome non menziono) a tal punto per cui più dottori (che hanno perfino mostrato la corrispondenza della mano sul volto) e il detective,  hanno detto che avrebbe potuto ucciderlo. Dopo diversi giorni di lavoro nelle vendite (unica fonte di reddito per la famiglia)  abbiamo avuto una confessione dal molestatore che ha ammesso ciò che ha fatto.  Questa stessa persona non è stata arrestata perché  devono  costruire un caso e una giuria apposita per poter fare un processo e mandarlo in giudizio.

Nota a margine: se non sbaglio (se sono un poliziotto e mi trovo di fronte una persona in fragrante di reato io gli metterei subito le manette). Dopo due mesi di attesa abbiamo scoperto che le accuse sono state ritirate perché il mio bambino di un anno non può dirti  se hanno abusato di lui,  o che qualcuno possa avergli fatto  intenzionalmente del male.  Io sono così furioso che non sto usando parolacce sperando che si possa fare qualcosa. Ho fatto appello a Dio per non ricorrere alla mia vendetta.

Pur avendo una confessione verbale e l’impronta  di una mano!!!!  Solo un morto o – come in questo caso – un bambino non possono dirti  chi ha inferto loro una ferita o li ha uccisi. Un bambino non ha dirtto alla giustizia solo perché non può parlare ? Beh, nemmeno un cadavere. Questa è una bestemmia. Hanno aspettato due mesi per concludere tutto in un nulla di fatto. Qualcosa deve essere fatto. Nessuno può fare del male ad un bambino e farla franca solo perché non può dire cosa e chi è stato.  Il tuo aiuto è apprezzato nella zona di Portland se possiamo condividere o tag notizie e o giornali locali ecc

josh1

E ADESSO INVOCHIAMO GIUSTIZIA

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: