Le bocche da fuoco della Serie A 2017-18

Il campionato italiano di calcio della stagione 2017-18 è iniziato da poco più di un mese ed ha già tracciato alcune tra le principali tendenze. La prima è, ovviamente, quella che vede implicate le squadre più forti nella lotta al titolo: la Juventus e il Napoli hanno iniziato alla grande, con 6 vittorie su 6, il che viene visto da molti come un forte segnale di potenza e una seria candidatura al titolo. S
e, da un lato, i bianconeri sono abituati a stare in cima alla classifica, per gli azzurri si tratta della prima volta in cui
hanno registrato un inizio del genere nella loro storia.

L’altra tendenza, invece, è quella dei principali marcatori di questo campionato, i quali molti hanno già iniziato a fare la voce grossa nelle prime sei giornate. Il più in forma e in palla di tutti, numeri alla mano ma non solo, è Paulo Dybala, numero 10 della Juve capace di andare a segno altrettante volte in solo sei partite. La sua doppietta nel derby contro il Torino lo ha reso il primo calciatore di sempre in Serie A a raggiungere la doppia cifra in così poco tempo dall’inizio del campionato, oltre a proiettarlo in una dimensione di campione affermato che richiede solo la convalida europea in Champions League. Secondo le quote del sito di scommesse Bet365 l’argentino è attualmente il favorito alla conquista del titolo di capocannoniere di questa stagione, nonostante il campionato sia ancora lungo e gli avversari tanti e agguerriti.

A quota otto reti viaggia, invece, Ciro Immobile. L’attaccante della Lazio ha firmato il suo miglior inizio in quanto a gol di sempre ed è il punto fermo del tridente impostato da Simone Inzaghi nel club biancoceleste. Già capocannoniere nella stagione 2013-14, quando indossava la maglia del Torino, l’attaccante della nazionale vuole provare a vincere nuovamente questo titolo, così come un altro argentino, che risponde al nome di Mauro Icardi. L’attaccante dell’Inter è uno dei principali cecchini del torneo e i suoi 6 gol, 3 dei quali su rigore, segnati finora hanno dimostrato che è in forma e intende insidiare Dybala e Immobile per provare a rivincere il titolo conquistato nella stagione 2014-15. Sempre con 6 reti all’attivo vi sono Edin Dzeko e Dries Mertens, rispettivamente primo e secondo miglior cannoniere della stagione scorsa. Per entrambi si tratta di una riconferma del loro status di marcatori implacabili in qualità di punte avanzate degli attacchi di Roma e Napoli, le altre due squadre italiane presenti in Champions League insieme alla Juventus.

Almeno per ora, sembra dunque che il titolo di miglior marcatore della stagione in corsa se lo giocheranno questi cinque attaccanti, che non a caso militano nelle prime cinque squadre in classifica. Perché il gol è simbolo di vittoria, e disporre del miglior marcatore è una componente importante se si vuole portare a casa un titolo difficile da conquistare come quello di campione d’Italia.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: