Scarpe antinfortunistica: come scegliere quelle giuste 

Se hai bisogno di acquistare delle nuove scarpe antinfortunistica, nel sito di EuroHatria trovi una buona selezione di tipologie, marche, misure diverse di scarpe da lavoro. Quello che proveremo a fare qui è, invece, aiutarti con la scelta della giusta calzatura professionale, soprattutto se è la prima volta che ne acquisti una o se non ti sei trovato affatto bene con quelle che hai acquistato fin qua. 

Guida (essenziale, per neofiti) alla scelta delle scarpe da lavoro 

La prima cosa che dovresti sapere è che di scarpe antinfortunistica ne esistono in commercio di molte tipologie diverse: differiscono per materiali, peso, tipo di suola, puntale, presenza di particolari solette antiforo per esempio e quindi, essenzialmente, per il grado di protezione che offrono al piede. Generalmente, se sono vendute come dispositivo di protezione individuale e rispettano le caratteristiche previste dalla vigente normativa sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, sono contraddistinte da una sigla (SRC, ESD, eccetera) che distingue delle scarpe antinfortunistica con suola antiscivolo adatta a qualsiasi tipo di pavimento, per esempio, da una scarpa da lavoro con suola antistatica. Se, insomma, lavori come operaio in un cantiere potresti avere più bisogno della prima tipologia di calzatura, mentre la seconda sarebbe più indicata se lavorassi come elettricista o maneggiando frequentemente materiale elettrico: per ogni categoria professionale ci sono, cioè, scarpe da lavoro più indicate e in genere sono datore di lavoro o responsabile della sicurezza nell’ambiente di lavoro a dare indicazioni in questo senso. 

Considerazioni decisamente più personali sono, invece, quelle che portano a scegliere scarpe antinfortunistica più o meno leggere, alte o basse, dotate di suola in memory e via di questo passo. Proprio come le scarpe che indossi per il resto della giornata, e forse anche di più, le scarpe da lavoro devono essere comode e non devono portarti ad assumere posture scorrette. Per questo, per esempio, se per lavoro passi molto tempo in piedi è sconsigliabile optare per delle scarpe pesanti o poco flessibili, tanto più che la robustezza non è più da tempo sinonimo di default di protezione dal momento che esistono scarpe da lavoro in materiali tecnici e moderni che offrono al piede tutela e comfort allo stesso tempo. Allo stesso modo, le scarpe antinfortunistica a stivaletto che coprono anche la caviglia sono indicate quando si abbia particolarmente bisogno di sostegno nei movimenti (per evitare distorsioni, eccetera) ma non sempre sono indispensabili e a volte, anzi, possono risultare scomode soprattutto se indossate per molte ore di seguito. Ancora, oltre a suole antiscivolo e solette antiforo potrebbe essere utile scegliere delle scarpe antinfortunistica dotate di una suola in memory, perfettamente ergonomica e che si adatta alla forma del piede per assicurare una posizione corretta anche quando sei costretto a stare in piedi per molte ore di sila. 

Tieni conto però che forse l’aspetto cruciale nella scelta delle scarpe da lavoro è la misura: è fondamentale che calzino perfettamente ai piedi e che non siano né troppo strette e né un po’ larghe tanto da far scivolare il piede un po’ avanti o un po’ indietro, dal momento che se così fosse parte della protezione andrebbe perduta.  

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: