Serate Romane e cena all’Ephemere sul lungotevere d’estate

In questa afosa estate romana, le ore più belle per uscire sono, ovviamente, quelle serali. Insieme al famoso “ponentino”, Roma può regalare dei tramonti speciali che si riflettono sull’acqua. Passeggiare lungo le sponde del Tevere, può essere l’occasione per vivere appieno i colori tipici degli argini, degli alberi e dei monumenti unici al Mondo che si affacciano da sopra. Una serata sul Lungotevere può diventare anche l’occasione per assaggiare un piatto nuovo, qualcosa che pur non essendo tipico della tradizione, convince per gusto e qualità. Sto parlando dell’Ephemere.

Presente sul territorio Italiano,  a Roma  con il suo bistrot , Le Carré Français,  è un tipico bistrot francese nella capitale, dal 2015. Vicino a Piazza Cavour, ( è anche bottega, patisserie, boulangerie, boucherie, macelleria, fromagerie, epicerie (drogheria) e cave à vin (enoteca).

Fino al 5 settembre, si sposta lungo gli argini del Tevere e acquisisce il nome di “L’EPHEMERE “portando i piatti della cucina della Provenza: carpaccio d’orata con salsa vergine, baccalà in maionese maison, gamberoni in salsa Tartare, brandade di baccalà mantecato, ratatouille, nonché l’assortimento di ben  5 ostriche “Tour de France” (les perle des ecailles provengono freschissime dai 5 “mari” di Francia). I cibi sono serviti con champagne cuvée des Moines di Besserat de Bellefon (prodotto a Epernay, dipartimento della Marna, area Champagne-Ardenne) e con rosé di St. Tropez del Domaine de la Rouillère (Gassin, delizioso centro a due passi da Saint Tropez).

Il luogo è anche Créperia, dove quest’ultime sono ben diverse da quelle conosciute da noi in Italia. Assumono contenuti e spessori differenti e sono cucinate, secondo tradizione, con grano Saraceno. Ci sono le varianti salate e dolci, e così anche crȇpes suzette flambé. Particolarmente apprezzate sono le Ostriche, uniche piccole ma grandi al loro interno, profumate e gustosissime. Noi abbiamo avuto la possibilità di assaggiare quelle provenienti  nella costa vicino a Mont Saint Michel.

Particolarmente apprezzato l’’assaggio di antipasti con Croque Monsieur tradì e Quiche Lorraine e il vino transalpino. Squisito il Foie Gras preparato in diverse fragranze, accompagnato da  crostini e lo scalogno caramellato e le mazzancolle presentate su un piatto con salsa e tocco floreale che rimandano ai profumi e ai colori della Provenza.

Tutto quello che è stato servito è stato preparato secondo quanto impartito dalla scuola francese. Dalle materie prime, alla lavorazione per la preparazione, sia la panificazione che la cucina riprendono la metodologia fortemente volute da chi ha creduto in questo progetto.

Le Carré Français è anche sponsor della manifestazione Lungo il Tevere di Roma 2017, in quanto distributore per l’Italia dei suoi vini e champagne rosé di selezionati produttori francesi.

Prezzi indicativi al pubblico: 5 ostriche “Tour de France” + 1 calice di champagne = 30 euro; accesso al cibo del buffet con 2 bicchieri di rosé = 30 euro; crȇpe = 5 euro l’una.

L’EPHEMERE dove:

In prossimità di Ponte Palatino, lato Trastevere (di fronte al Ponte Rotto/Isola Tiberina)

mappa: http://www.cfr-international.fr/ephemere/

 

 

 

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: