USA: bimbo di 8 anni ucciso dai “batteri mangia-carne” dopo una caduta dalla bicicletta

Può accadere di leggere storie particolarmente toccanti che si sono verificate in altri paesi del mondo, e che purtroppo si sono concluse con un triste epilogo, soprattutto se si tratta di eventi accaduti a seguito di situazioni apparentemente banali con le quali tutti, prima o dopo, hanno dovuto affrontare.

Nel caso in questione si tratta di una storia che ha come protagonista un bambino di 8 anni, che a seguito di una banale caduta dalla bicicletta, a distanza di poche settimane ha perso la vita a causa di una grave infezione batterica provocata dai cosiddetti “batteri mangia-carne”, considerati particolarmente aggressivi e che già in passato sono stati al centro di altre storie analoghe.

Quando si parla di bambini, le cadute possono essere all’ordine del giorno, ma è difficile immaginare che un evento tanto semplice possa avere, in alcuni casi, delle conseguenze molto serie, o addirittura fatali come nel caso di cui stiamo parlando. La storia in questione ha per protagonista un bimbo di 8 anni, Liam Flanagan, che viveva insieme alla sua famiglia nella città di Pilot Rock, che si trova nello stato dell’Oregon.

Liam era una bambino di 8 anni come tanti, andava a scuola e passava il tempo libero giocando con gli amici e i fratelli. Qualche settimana fa, in una giornata come tante altre, aveva preso la bicicletta e mentre giocava è caduto ferendosi all’inguine. La madre ha quindi deciso di portarlo al pronto soccorso dove è stato medicato a causa di una ferita che ha richiesto ben 7 punti di sutura.

All’apparenza la storia sembrava essersi conclusa in maniera positiva, ma nessuno avrebbe potuto immaginare ciò che sarebbe accaduto in seguito. Il bambino qualche giorno dopo ha iniziato a provare forti dolori nella zona della ferita, presumibilmente a causa di un’infezione. Durante il ricovero le condizioni del bambino sono peggiorate in breve tempo. I medici hanno tentato in ogni modo di salvare la vita del bambino, arrivando persino ad amputare gli arti, ormai compromessi dall’infezione. Ma nonostante gli sforzi, il piccolo Liam è morto.

La causa è stata una grave infezione provocata dai cosiddetti “batteri mangia-carne” a seguito della caduta dalla bicicletta, che hanno portato ad una diagnosi di fascite necrotizzante, una infezione che provoca la necrosi dei tessuti e che si rivela mortale nel 30% dei casi. Per sostenere la famiglia e aiutare ad affrontare le spese mediche, è stata avviata una raccolta fondi sul portale GoFundMe.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: