Apprendere nel sonno? Possibile, ma solo in alcuni momenti

Sono tanti i progressi in campo scientifico che nel corso del tempo hanno permesso a ricercatori e studiosi di apprendere maggiori informazioni sul funzionamento di una delle “macchine” più complesse esistenti sul pianeta, il cervello umano, le sue impressionanti risorse e i misteri che ancora oggi lo riguardano, e che contribuiscono a generare continue ipotesi basate su studi scientifici condotti in ogni parte del mondo. Uno dei misteri legati al nostro cervello riguarda proprio il sonno e le diverse fasi che si verificano mentre riposiamo. E’ proprio da uno studio francese condotto di recente che arrivano conferme sulla possibilità che gli esseri umani hanno di apprendere nuove informazioni durante il sonno, ma a quanto pare solo in alcuni momenti.

Da molto tempo si discute della possibilità del nostro cervello di apprendere persino durante il sonno, una ipotesi che si rivelerebbe utile soprattutto per i tanti studenti che trascorrono molto tempo della propria giornata sui libri e sognerebbero di poter imparare nuove cose senza sforzo anche mentre dormono. Ebbene quanto rivelato da un team di ricercatori francesi guidati dalla Scuola Normale Superiore di Parigi rivela qualcosa di molto interessante grazie ad uno studio i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista Nature Communications.

I ricercatori per comprendere se il cervello è in grado di apprendere nuove nozioni durante il sonno, ha condotto un esperimento al quale hanno partecipato 20 persone. A questi soggetti, durante il sonno, sono state fatte ascoltare sequenze di suoni, e al risveglio è stato chiesto loro di riconoscere i suoni che hanno ascoltato durante il riposo. I risultati hanno evidenziato che il cervello è in grado di imparare durante il sonno, ma solo in alcune fasi.

Come già noto, il sonno si sviluppa in diversi cicli e a quanto pare, in ognuno di questi il cervello si comporta in maniera differente. Nella fase REM, quella fase in cui si registra un movimento rapido degli occhi, la mente è in grado di immagazzinare nuove informazioni, ma lo stesso non accadrebbe nella fase NREM. Quest’ultima sarebbe suddivisa in diversi cicli. Nella fase NREM leggera, secondo i ricercatori, il cervello è in grado di apprendere, ma lo stesso non avviene durante il sonno NREM profondo, in cui la mente non è in grado di raccogliere nuove informazioni.

Questo studio vuole evidenziare, quindi, come il cervello sia effettivamente in grado di raccogliere nuove informazioni anche durante il sonno, ma solo in alcune fasi.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: