Aldi arriva in Italia e punta a 45 supermercati e 1500 dipendenti entro fine anno

Negli ultimi anni si sta assistendo in Italia ad una vera e propria crisi che alcuni dei maggiori marchi di punti vendita specializzati nell’elettronica di consumo stanno avendo, a causa di una concorrenza sempre forte da parte dell’e-commerce e strategie inadeguate che spesso e volentieri hanno impedito di restare al passo con le esigenze dei consumatori.

In un mercato difficile che sempre di più deve fare i conti con i colossi del commercio online, esistono ancora delle realtà che decidono di investire nel nostro paese. Un esempio è quello di Aldi, la nota catena di supermercati nata in Germania, che dopo aver annunciato l’intenzione di investire in Italia è passata dalle parole ai fatti. Ed ecco che nelle ultime settimane sono stati inaugurati i primi punti vendita Aldi nel nostro paese, che rientrano in un piano strategico più ampio.

Aldi è una catena di supermercati nata in Germania nel lontano 1913, e che nei suoi tanti anni di attività è riuscita ad espandersi non solo sul territorio tedesco, ma anche nel resto del mondo e oggi può contare su 5900 punti vendita sparsi in 11 paesi. Qualche mese fa la società aveva annunciato l’intenzione di investire in Italia, una scelta dettata dal valore di oltre 13 miliardi di euro generato dai discount in Italia.

Per l’occasione Aldi ha deciso di fare le cose in grande, puntando alla creazione di 45 punti vendita sul territorio italiano che porteranno all’assunzione di circa 1500 dipendenti entro fine anno, tra Lombardia, Veneto, Friuli e Trentino. Particolare attenzione è stata dedicata anche all’aspetto dei punti vendita e ad investire nell’enogastronomia italiana. E’ per questo che il 75% dei prodotti venduti arriveranno da produttori italiani.

La suddivisione dei supermercati Aldi comprenderà un reparto ortofrutticolo realizzato appositamente per richiamare i caratteristici mercati rionali. La sezione Banco dei Sapori, ad esempio, è dedicata alle specialità delle diverse regioni, insieme ad una zona destinata ad un’ampia e variegata selezione di vini, senza dimenticare il reparto dedicato al pane e, in generale, ai prodotti da forno. Non manca la zona dove gustare un buon caffè e persino il reparto destinato alle promozioni, organizzate due giorni a settimana, dove è possibile risparmiare sull’acquisto di tantissimi prodotti di qualità.

Resta da scoprire quale sarà l’accoglienza riservata in Italia. E’ vero che la strategia prevede l’applicazione di prezzi concorrenziali per attirare il pubblico, ma è altrettanto vero che la concorrenza nel settore della grande distribuzione non manca.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: