Ultimo pacco di pasta Agnesi prodotto ieri 13/12/2016. Un altro pezzo d’Italia che se ne va

agnesi-pasta

Si è consumata ieri l’ennesima tragedia economica di una delle nostre industrie  più famose e amate. Il Pastificio Agnesi, il più antico d’Italia  ha concluso la sua attività. La sua storia ha inizio nel 1824 con l’acquisto di un mulino a Pontedassio  da parte di Paolo Battista Agnesi, che consentiva di macinare 120 quintali di grani al giorno e produrre direttamente la pasta. Una storia ricca di vicende umane e commerciali che ne hanno visto generazioni seguire l’idea del capostipide e dare impulso sempre più grande ad un Pastificio che insegnò al mondo l’arte della pasta.  Giuseppe, il figlio aumentò con nuovi macchinari e grazie ad una nuova flotta di navi il rifornimento di grano dall’Ucraina, e aprì un nuovo stabilimento a Oneglia.

fabbrica-agnesi

Il veliero è diventato il simbolo di questa pasta fino ai giorni nostri e lo abbiamo trovato sulle confezioni.  A Imperia, dove nel tempo si era trasferita la produzione, ieri 13/12/2016  è stato confezionato  l’ultimo pacco di pasta. Un chilo di Fusilli. Venerdì prossimo finirà l’attività di questa realtà italiana che ha vissuto negli ultimi anni difficoltà economiche sempre più pressanti, passaggi di proprietà in mano straniere (Danone) e poi riacquisti tutti italiani (Colussi). Tutti speravamo che il veliero potesse solcare ancora le nostre tavole, ma non è andata così.

agnesi-fusilli

Alle 6.30 di ieri mattina i macchinari del pastificio Agnesi hanno prodotto il loro ultimo chilogrammo di pasta. 

Venerdì sarà l’ultimo giorno di lavoro per i dipendenti – un centinaio – A marzo 2017 si concluderanno le procedure di chiusura della fabbrica che già da venerdì inizierà tutte quelle operazioni previste per la messa in sicurezza  e lo smantellamento di particolari macchinari. Sono necessarie diverse attività di pulizia e smaltimento rifiuti.  Non c’è stato clamore, non c’è stato alcun tam tam per combattere tale decisione. Mobilitazioni hanno riguardato i lavoratori che rimangono senza lavoro. L’azienda ha cercato di ricollocare chi potesse essere assunto da altro pastificio. Taluni si trasferiranno  al pastificio di Fossano (Cuneo), altri andranno in pensione.

 

La pubblicità più famosa: Silenzio Parla Agnesi.

[embedyt] http://www.youtube.com/watch?v=yKlS-fdhkmM[/embedyt]

Il sito di Fossano, scelto per il trasferimento della produzione industriale di pasta secca e di quella fresca. Molto probabilmente non farà vivere ancora il logo Agnesi. Molti operai che hanno deciso di trasferirsi in Piemonte potranno mantenere il lavoro, altri avranno la cassa integrazione, alcuni la pensione. A Fossano, vicino Cuneo sono stati ampliati reparti e capannoni per ampliare la produzione. Potrebbe esserci forse una linea con la vecchia denominazione, ma sarà comunque tutta un’altra storia.

 

 

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: