Gli Effetti della Nuova Presidenza Biden sui Viaggi negli USA

Capitol building Washington DC eastern facade USA US congress

Il 2020 sarà ricordato solo per essere stato l’anno del Covid?

È molto probabile, dato il numero di vittime e i cambiamenti che ha imposto a tutto il mondo.

C’è però un altro grande evento che è riuscito a tenere testa alla pandemia finendo sulle prime pagine dei quotidiani di tutto il mondo: le elezioni USA.

I contestatori di Donald Trump sono stati sicuramente molto contenti quando hanno scoperto che lo sfidante, Joe Biden, ne è uscito vincitore diventando il nuovo prossimo presidente degli Stati Uniti d’America.

La nuova presidenza inciderà in qualche modo sui viaggi verso gli USA?

Sicuramente sì, e anche altri punti importanti, come l’immigrazione, verranno sicuramente toccati a fondo dalla nuova presidenza che godrà di vedute più ampie su tutti i fronti, almeno rispetto agli ultimi quattro anni.

Inoltre, dato che già a fine 2020 si parla sempre più spesso di vaccino anti-Covid, il tutto fa propendere per un rapido ritorno ai viaggi turistici di piacere verso il paese a stelle e strisce in tutta sicurezza.

È Ora di Preparare le Valigie?

Sì e no.

Per ora, mancano ancora proclami ufficiali.

Si può sicuramente iniziare a scegliere lo Stato che si vuole visitare, tracciare i punti di interesse che si intende toccare sulla mappa, pensare a quali attività all’aperto si desidera intraprendere, ma prima di mettere tutto l’occorrente in valigia è bene attendere un altro po’.

C’è qualcosa che però è bene organizzare sin da subito: i documenti per ottenere il permesso e l’accesso agli Stati Uniti.

Quali documenti servono?

Per molti sarà una sorpresa sapere che per i viaggi di piacere o di affari, che durano meno di 90 giorni, non serve il Visto.

Ebbene sì, i cittadini italiani, rientrando nel programma VISA Waiver varato dal governo degli USA insieme a molti altri governi nazionali, possono entrare negli States e visitarli per ben tre mesi soltanto compilando un questionario online noto come domanda ESTA.

Rispondendo a tutte le domande del questionario, e avendo il passaporto elettronico in corso di validità, qualora si goda dei requisiti imposti dal governo americano si ottiene subito il permesso per viaggiare negli USA.

Tuttavia, l’ESTA può essere negata in caso di errori nella compilazione, risposte incomplete o non veritiere, e in quel caso è necessario fare nuovamente la domanda e pagare di nuovo i costi amministrativi.

Ecco perché i viaggiatori si rivolgono a ESTA.it, che mette a disposizione specialisti dagli USA e dall’Europa che sanno esattamente come farvi ottenere il permesso in brevissimo tempo.

Gli esperti disponibili su esta.it sono capaci di eliminare qualsiasi errore presente nella domanda, chiarendo tutti i dubbi, in modo da farvi ottenere il permesso senza alcun problema, anche una sola settimana prima della partenza.

 

È ora di tornare a sognare gli States e tutte le attrazioni che sono in grado di offrire.

Dal Colorado a New York passando per la Florida e la California, quello che vi aspetta è un mondo sognato da grandi e piccini.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: