WiFi4EU: il wi-fi gratuito in Europa sarà presto realtà

Viviamo in una società costantemente connessa ad internet, in cui accedere alla rete è quasi diventata una necessità, anche per questioni lavorative, e in tal senso una connessione mobile è diventata ormai indispensabile per consentire a chiunque di accedere al web anche da mobile. Esistono già da tempo paesi in cui è possibile accedere ad internet gratuitamente, ad esempio in ristoranti, alberghi, locali e altri spazi pubblici.

Molto presto, tuttavia, in Europa sarà ancora più semplice accedere al web gratuitamente, grazie ad una nuova iniziativa approvata dal Parlamento Europeo. Si chiama WiFi4EU, ed è un progetto che stanzierà dei fondi destinati alla creazione di reti wi-fi gratuite in tutta Europa che consentiranno ai cittadini di accedere gratuitamente a reti wireless, con particolare attenzione ad aspetti fondamentali come privacy e sicurezza.

Da tempo l’Unione Europea ha annunciato la missione di contrastare il fenomeno del “digital divide” (divario digitale) che impedisce a tutti i cittadini europei di accedere allo stesso modo alle tecnologie più recenti. Se da un lato passi in avanti sono stati fatti grazie a diversi provvedimenti, come l’abolizione dei costi di roaming, il prossimo passo riguarda l’accesso gratuito ad internet.

E’ da mesi che si parla del progetto, annunciato in Europa, che prevede la creazione di connessioni wireless gratuite che consentano a chiunque di accedere liberamente ad internet sul territorio europeo, e adesso è arrivata finalmente l’approvazione definitiva. Il Parlamento Europeo ha approvato il provvedimento WiFi4EU con 582 voti favorevoli, 98 contrari e 9 astensioni.

Entrando nel dettaglio, WiFi4EU si presenta come un progetto comunitario che stanzierà 120 milioni di euro di fondi per la realizzazione di connessioni wi-fi gratuite in 6000 comunità del vecchio continente, prendendo in considerazione le domande secondo l’ordine di arrivo. Grazie a questo provvedimento, verrà offerto l’accesso gratuito ad internet in spazi pubblici ma anche in luoghi come biblioteche, ospedali e amministrazioni pubbliche.

Per ottenere i fondi, tuttavia, sarà necessario rispettare alcune regole. Innanzitutto sarà necessario che l’ente pubblico copra i costi di gestione della rete per tre anni e che la rete internet venga messa a disposizione gratuitamente e che sia facilmente accessibile. Inoltre dovrà essere assicurata l’assenza di pubblicità e uso dei dati personali per fini commerciali. Verranno escluse, infine, tutte le zone in cui sono già presenti offerte di accesso gratuito ad internet sia pubbliche che private.

Il relatore del provvedimento, Carlos Zorrinho, ha commentato:”L’iniziativa WIFI4EU è stata una forte visione politica che diventerà presto una realtà concreta in tutta l’UE e farà sì che, indipendentemente da dove viva o da quanto guadagni, ogni europeo tragga vantaggio da una connessione WIFI di alta qualità. Ciò migliorerà la società europea dei gigabit, rendendola economicamente competitiva e socialmente inclusiva”.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: