Rivoluzione Yahoo: si chiamerà Altaba e Marissa Mayer non ci sarà

yahoo-cambia-nome-in-altaba

E’ una storia molto importante e per certi versi costellata di grandi successi quella che vede protagonista Yahoo!, la multinazionale fondata a Sunnyvale nel lontano 1994 e considerata sotto molti aspetti come una delle prime e più importanti internet company statunitensi, riuscita ad ottenere un enorme successo partendo dall’omonimo motore di ricerca ed espandendo in seguito il suo business a molti altri servizi che hanno contribuito ad accrescere la popolarità dell’azienda a livello globale.

Il trascorrere degli anni e strategie non adeguate al cambiamento dei tempi, insieme alla nascita di concorrenti sempre più ingombranti e agguerrite hanno portato ad un impressionante declino di Yahoo! che adesso, a pochi giorni dall’inizio del 2017, si appresta ad una importante rivoluzione che chiuderà, di fatto, l’era iniziata con la nascita del colosso di Sunnyvale in seguito all’accordo siglato con Verizon Communications. E’ proprio sull’accordo che trapelano nuovi dettagli che anticipano quale sarà in effetti il futuro di Yahoo!.

E’ già da diversi mesi che i vertici di Yahoo! hanno annunciato il raggiungimento di un accordo con il colosso delle telecomunicazioni Verizon Communications, che entrerà in possesso del core business di Yahoo! per 4.8 miliardi di dollari. In seguito all’ufficializzazione, tuttavia, la situazione si è complicata quando sono iniziate a trapelate le prime indiscrezioni, in seguito confermate dai vertici dell’azienda, sui pesanti attacchi hacker subiti dall’azienda che hanno messo a rischio i dati di centinaia di milioni di account.

Proprio questi problemi, e il fatto che non siano stati resi noti durante le trattative con Verizon, hanno creato una situazione piuttosto difficile che adesso necessita di una vera e propria rivoluzione che consenta ai nuovi proprietari di dare un taglio al passato pensando esclusivamente al futuro. Per questo motivo, secondo le ultime anticipazioni sul futuro della società, nel momento in cui verrà finalizzata l’acquisizione da parte di Verizon, Yahoo! cambierà nome diventando Altaba, il consiglio di amministrazione passerà da 11 a soli 5 membri ma la società pur liberandosi del suo “core business”, continuerà a controllare una quota del 15% di Alibaba e il 35.5% di Yahoo! Japan. In linea con questa rivoluzione, il CEO Marissa Mayer e il co-fondatore David Filo si dimetteranno, insieme ad altri manager dell’azienda.

Marissa Mayer è stata a capo di Yahoo! a partire dal 2012, quando le è stato affidato il ruolo di amministratore delegato con il compito di tentare nella difficile missione di riportare la multinazionale ai fasti di un tempo. Nonostante i molti cambiamenti apportati nel corso degli ultimi anni con acquisizioni di rilievo e la nascita di nuovi servizi che hanno inizialmente fatto sperare in una ripresa, la Mayer non è riuscita ad impedire il definitivo declino della società, che adesso si appresta a cambiare definitivamente volto rispetto al passato.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: