La produzione di iPhone si sposta in India

Apple, ormai da molti anni, continua a confermarsi uno dei brand più popolari al mondo e il successo del colosso fondato dal compianto Steve Jobs è dovuto alla popolarità che i prodotti dell’azienda continuano a ottenere in tutto il mondo a partire proprio dall’iPhone, il dispositivo di punta del colosso di Cupertino che continua a generare profitti impressionanti nonostante continui ad essere uno dei dispositivi più costosi della sua categoria, attirando milioni di consumatori. Dagli USA Apple è riuscita negli anni a imporre il suo successo anche in molti altri territori come l’Europa e, più di recente, la Cina, ma già da tempo la società guidata da Tim Cook ha messo gli occhi sulle enormi opportunità di crescita offerte da un mercato importante come l’India, e sarebbe proprio in linea con questa strategia che l’azienda avrebbe deciso di produrre i suoi dispositivi anche in India, un progetto che dovrebbe avere inizio già entro i prossimi mesi.

L’India negli ultimi anni è diventato un mercato potenzialmente importante per i principali produttori di smartphone, e se i terminali di maggior successo continuano ad essere quelli appartenenti alla fascia bassa, sono decisamente molte le opportunità di espansione per la categoria degli smartphone “premium”, ed è proprio in questo che Apple vorrebbe puntare nel prossimo futuro. Di recente Apple ha annunciato l’intenzione di incrementare i propri investimenti nel paese, senza tuttavia svelare nulla in dettaglio, ma in compenso una conferma sui piani dell’azienda arriva da Priyank Kharge, Ministro dell’Information Technology e Biotechnology dello stato di Karnataka.

Secondo quanto dichiarato da Kharge a Bloomberg, sarebbe stato raggiunto un accordo con Apple che consentirebbe all’azienda di iniziare a produrre i suoi dispositivi entro aprile nella città di Bangalore, affidandosi agli impianti della taiwanese Wistron Corp. Questa scelta permetterebbe ad Apple di affidarsi non più solo alla Foxconn per realizzare i suoi prodotti, e darebbe inoltre inizio ad un piano di espansione più ampio nel mercato indiano. La quota di mercato che Apple detiene in India è ancora piuttosto limitata, e questo sarebbe dovuto al costo elevato dei suoi prodotti, rendendo l’iPhone un prodotto rivolto ad un pubblico piuttosto ridotto. produrre i dispositivi direttamente in India, tuttavia, consentirebbe ad Apple di ridurre in maniera consistente il prezzo, non dovendo pagare le tasse sull’importazione dei prodotti, e abbassando il prezzo di vendita, renderebbe i prodotti della mela morsicata adatti ad un’utenza molto più grande.

In attesa di conferme ufficiali, è bene ricordare che non si tratta dell’unico fronte su cui Apple si sta muovendo. Di recente sono trapelate indiscrezioni che confermerebbero un investimenti negli USA da 7 miliardi di dollari da Apple e Foxconn per un impianto di produzione situato negli Stati Uniti d’America, dopo le minacce fatte dal Presidente Donald Trump di aumentare le tasse sull’importazione per chi produce al di fuori dei confini statunitensi.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: