Raoul Bova sarà ambassador dell’evento dedicato al wakeboard

Con il mondo fermo a causa della pandemia, il Lago del Salto ha visto slittare di un anno il mondiale, un anno nel quale gli sforzi degli organizzatori sono raddoppiati per dare vita ad un
evento eccezionale. Ci troveremo nella location ideale per questo sport che è già un fenomeno mondiale e che in Italia sta diventando riferimento per gli amanti delle sfide estreme sull’acqua, tra i quali Raoul Bova, Ambassador dell’evento.

 “Questo piccolo borgo per una settimana diventerà il centro del wakeboard mondiale e farà tornare l’Italia ai vertici dello sport – in visita al Wakeboard Village di Borgo San Pietro, che da domenica 24 a sabato 30 luglio sarà teatro del mondiale, Raoul Bova ha lanciato l’evento del quale sarà Ambassador. L’acqua è il suo elemento e il passaggio dal nuoto al wakeboard è stato facile. Una passione condivisa con l’amico d’infanzia Claudio Ponzani, organizzatore del mondiale e creatore della CNVS Wave, il paradiso del wakeboard sul Lago del Salto.

“Il wakeboard è uno sport giovane ma sta crescendo e non c’è luogo migliore del Lago del Salto, dove anche io ho iniziato, per riunire i migliori e rilanciare un turismo sportivo che parte da una piccolissima località per far arrivare la sua eco in tutto il mondo”. Dopo aver ospitato l’europeo nel 2018, Borgo San Pietro e il suo lago, anche noto come “l’università del wakeboard”, hanno battuto candidate ben più note come Doha e Sidney, e si sono aggiudicati il più importante evento internazionale dell’anno, che sarà un fondamentale volano turistico e un’occasione di visibilità e rilancio di tutto il territorio

“L’Italia è ricca di realtà come queste e sono felice di essere Ambassador dell’evento, non solo per la mia passione per questa disciplina, ma perché sono convinto che attraverso lo sport è possibile parlare un linguaggio comune, ritrovarsi in unico messaggio e diffonderlo nella maniera più efficace”. Per quasi una settimana il Lago e i suoi dintorni saranno “invasi” da una moltitudine colorata, circa 200 atleti da 25 Paesi diversi, i campioni di una delle più spettacolari competizioni sull’acqua, per quasi 40mila presenze previste.

Cavalcare un’onda infinita, trascinati da una barca a circa 50 km orari, mentre si eseguono trick ed evoluzioni senza perdere “di mano” il bilancino: è il wakeboard, nato negli Stati Uniti a metà degli anni Novanta dalla fusione tra lo sci nautico e lo snowboard e approdato in Italia quasi dieci anni dopo. Dopo aver ospitato l’europeo nel 2018, il Lago del Salto, anche noto come “l’università del wakeboard”, ha battuto candidate ben più note come Doha e Sidney, si è aggiudicato il più importante evento internazionale dell’anno, che sarà un fondamentale volano turistico e un’occasione di visibilità e rilancio di tutto il territorio. “Show your r-evolution” è lo slogan dell’edizione 2022: «Lo sport è evoluzione, è tecnica, è sacrificio, è socializzazione, ma per vincere servono anche competenze e noi le abbiamo messe in campo tutte per aggiudicarci i mondiali battendo altre nazioni», affermano Giovanni Malagò, presidente del CONI, e Luciano Serafica, presidente della Fisw (Federazione italiana Sci Nautico Wakeboard e Surfing).
Per quasi una settimana il Lago e i suoi dintorni saranno “invasi” da una moltitudine colorata, circa 200 atleti da 25 Paesi diversi, i campioni di una delle più spettacolari competizioni sull’acqua, per quasi 40mila presenze previste. La squadra italiana è pronta a confermarsi la favorita e l’attenzione è tutta rivolta ai campionissimi Alice Virag e Massimiliano Piffaretti, ma anche alla giovanissima Giulia Castelli, atleta di casa.
In questi ultimi quattro anni la Federazione Italiana di Sci nautico e wakeboard, il Club Nautico di Varco Sabino e la Riserva Naturale Monte Navegna e Monte Cervia hanno collaborato nella tutela, promozione turistica e salvaguardia degli ecosistemi lacuali e fluviali e dei patrimoni storici, antropologici e tradizionali del luogo, anche attraverso progetti di formazione e sensibilizzazione.
Un connubio di servizi d’eccellenza, ricchezze naturalistiche e condizioni ideali che ha guidato la Federazione Internazionale (IWWF) verso la scelta di questo lago artificiale immerso in un
polmone verde nel cuore del Lazio come teatro per l’evento principe della stagione 2022 del wakeboard mondiale. La manifestazione ha il sostegno del Dipartimento per lo sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Iwwf, Fisw, Cnvs Wave, Regione Lazio, Provincia e comune di Rieti, Comunità Montana Salto Cicolano, Riserva Naturale Monti Navegna Cervia.
E sarà l’occasione, per tutti scoprire, di scoprire i luoghi e i paesaggi di una delle destinazioni più affascinanti del Centro Italia.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: