Inciampa ancora la Juventus, salpano Napoli e Milan

Continua a faticare a trovare la quadratura la Juventus, che incappa in una brutta sconfitta casalinga inferta dal Benevento. È finita infatti 0-1 per i sanniti una gara deludente per la squadra di Pirlo, decisa da un gol del neoacquisto delle Streghe, Adolfo Gaich. Un grosso errore d’impostazione di Arthur sta alla base del gol vittoria, con uno scellerato passaggio orizzontale al limite dell’area di rigore.

L’Inter capolista ha inoltre vista rinviata la propria gara, a causa della ormai tradizionale decisione della ASL di Milano di mettere in isolamento precauzionale la rosa nerazzurra in seguito ai tre casi di coronavirus annunciati in settimana, con D’Ambrosio, Handanovic e De Vrij positivi. Ad attendere assieme a loro, il Sassuolo. La data del recupero è prevista per il 7 Aprile, in cui verranno recuperate anche Lazio-Torino e Juventus-Napoli.

A proposito di Napoli, la gara più ricca di aspettative del weekend vedeva all’Olimpico sfidarsi Roma e Napoli, domenica sera. I partenopei hanno vinto disputando una gara aggressiva, imponendosi per 0-2 con doppietta di “Ciro” Mertens, realizzata nel primo tempo. Nel secondo tempo si vede una Roma più propositiva e forse anche un pelo sfortunata, ma nel complesso il risultato è giusto.

L’altra capitolina era attesa a giocarsi le sue carte in uno stadio che ha creato un bel po’ di problemi a molte squadre quest’anno, la Dacia Arena di Udine. Dopo 30 minuti di stallo, Marusic tira fuori dal cappello un tiro all’incrocio che lascia immobile Musso e fa 0-1. Le occasioni si distribuiscono nel resto della gara da entrambe le parti, con un palo di De Paul seguito da un palo di Immobile, ma il risultato finale premia la squadra di Inzaghi, che inanella la seconda vittoria consecutiva dopo un breve periodo di incertezza.

Il Milan trova una vittoria importantissima al Franchi di Firenze, dove una Fiorentina spavalda mette a dura prova i rossoneri. Il vantaggio iniziale è firmato dal solito Zlatan Ibrahimovic, finalmente recuperato al 100%, al quale risponde su punizione Pulgar, al suo primo gol quest’anno. Nel secondo tempo, su invito di Vlahovic, Ribery fredda Donnarumma per una seconda volta, prima che sugli sviluppi di un calcio d’angolo Brahim Diaz sia il più veloce a mettere in rete la palla. Chiude la gara un altro ritorno importante al gol, quello di Hakan Calhanoglu che al termine di un contropiede mette all’angolino in 2-3 finale.

In una giornata particolarmente proficua per le vittorie in trasferta, anche l’Atalanta passa sul difficile campo dell’Hellas Verona. Gasperini sorprende l’allievo Juric schierando un 4-2-3-1 e si porta in vantaggio di due lunghezze già nel primo tempo, capitalizzando un tiro dal dischetto di Malinovskyi e un’azione personale di forza e velocità di Zapata. Nel secondo tempo, il Verona non riesce a reagire e l’Atalanta sfiora addirittura lo 0-3, con una magia di Ilicic che si stampa sull’incrocio.

A Genova, la Sampdoria supera il Torino per 1-0, col bel gol di Candreva, al termine di un’azione ben orchestrata. Rimanendo in Liguria, la sfida tra Spezia e Cagliari permette ai padroni di casa di racimolare punti d’oro, con reti dei giovanissimi Maggiore e Piccoli, mentre per il Cagliari prova ad opporsi Pereiro in un 2-1 che per l’ennesima volta conferma la meritevolezza della permanenza nella categoria maggiore per gli spezini.

La sfida che vede opposte Parma e Genoa, vitale per la salvezza dei primi, finisce con un’altra delusione per i ducali. Il Parma viene rimontato da una doppietta di Scamacca, dopo il vantaggio ottenuto con una bellissima rovesciata di Pellé. Un’altra rimonta la vediamo a Crotone, dove i padroni di casa tornano negli spogliatoi dando un’impressione di totale controllo, sul 2-0 con gol di Messias su punizione e Simy da calcio di rigore. Nella seconda frazione, però, il Bologna ribalta la gara che si chiude 3-2 con le reti di Schouten, Soumaoro e Skov Olsen e gli emiliani mettono ancora più punti tra sé e la zona rossa della classifica.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: