Kia Stinger svelata a Detroit, la berlina Coupè all’avanguardia.

stinger0

Le berline ultimamente hanno trovato nuove ispirazioni. Sembrava fossero in declino. In fondo c’era sempre quella coda, il terzo volume, che se da una parte identificava i modelli di classe, al contempo appariva sempre di più come un concetto superato e poco razionale. I design, al contrario, hanno ultimamente ridato slancio, originalità a tale oggetti. Sono state rivisitate soluzioni e interpretazioni. Le auto hanno una maggiore impronta sportiva e appaiono sempre più coupè con quattro porte (spesso celate).  Nonostante la diffusione dei crossover, possiamo affermare, ancor più oggi, che le berline sono tornate, e ne torneranno – a breve – molti nuovi modelli. Oltre ai marchi classici, tipo Mercedes, Bmw, Audi, si affacciano su questo settore , la Kia, di cui tratteremo oggi e la Lexus, con un rinnovato stile.

Oggi vi parliamo della nuova Kia Stinger svelata a Detroit, auto originale e dalle tante soluzioni raffinate.

Si tratta di una “coupé a quattro porte” Un nuovo prodotto per il marchio della Corea del Sud. Kia Stinger è una berlina con le forme sfuggenti, tratti sottili e taglienti che si alternano a zone più morbide. Può ricordare – nel panorama automobilistico già in essere – la  Audi A7 , con un lunotto abbastanza orizzontale, un ampio portellone posteriore e le luci ospitato nel tronco cavo di un rigonfiamento, ma in realtà la Stinger si rifà ad un prototipo presentato nel 2011, la GT2011.

La linea è comunque personale ed originale. Il frontale si caratterizza con il suo “tiger nose” ormai biglietto da visita del marchio. I fari con elementi Led, sono molto affilati, e superano per profondità, i parafanghi anteriori. Nell’insieme l’auto ha preso molto del proprio stile da due precedenti concept: GT Stinger 2014 e Gt 2011. Le linee sono state rielaborate per creare un compromesso.

stinger2

Con i suoi 4,83 m, lo Stinger si trova in un segmento al momento abbastanza nuovo. Ci sono auto definite coupè (ma solo per le due porte), di fatto vere e proprie berline (tipo Audi A5, Bmw serie 4, Mercedes CLK), un settore in espansione, nato pochi anni fa, e che deriva da un’intuizione tutta tedesca che prese le forme della Mercedes CLS prima, seguita poi dalla VW Passat coupè. Un’idea che oggi trova nuove forme, nuove strade, nuove linee, materializzatesi in questa vettura, originale e intraprendente.

stinger1

La meccanica base sorge dalla  piattaforma della Hyundai Genesis , lascia la scelta tra l’unità e la trazione integrale, mentre l’adozione di motori a benzina piuttosto potenti: un quattro cilindri 2.0 turbo 255 CV e un V6 3.3 biturbo 365 CV , entrambi abbinati ad un cambio automatico a otto rapporti. tra gli optional, la trazione integrale AWD.

Le prestazioni, sulla carta, sono di tutto rispetto. I zero/100  in 5,1 s ed ha completato 268 chilometri all’ora di velocità massima.

Sviluppata in Europa, sul circuito del Nürburgring, questa nuova vettura, può disporre anche di molte novità. Una prima assoluta per Kia è la possibilità di selezionare cinque modalità di guida che coadiuvano per il “controllo elettrico della sterzata” in base alla scelta e un sistema di sospensioni a gestione elettronica, detto Dynamic Stability Damping Control. (su 5 posizioni). Nuovi anche i sistemi di assistenza. e sicurezza alla guida come “Lane Keep Assis” e “Forward Collision Assistance” con frenata di emergenza automatica (AEB) e il riconoscimento dei pedoni “pedestrian detection”. C’è l’ Head-Up Display, che riporta le principali informazione di guida. C’è il controllo del punto cieco sullo specchietto retrovisore esterno.

L’impianto stereo è affidato ad un sistema audio Harman / Kardon con 15 altoparlanti.

Bisognerà aspettare ancora un po per la definitiva commercializzazione della Stinger e anche per conoscere la tipologia dei motori nella sua gamma completa (ci saranno sicuramente versioni diesel e Hibryd).

stinger3

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: