Jeep Cherokee 2019 – Face Lifting e molto più [+ Galleria]

Mentre c’è chi ha preso spunto  dal pur originale frontale della Cherokee  (vedi Citroen Cactus/C3, Fiat  Toro Brasile, Kia Kona),  Cherokee  nella versione denominata  2019 pulisce quel volto poco conforme ad una idea e look tradizionalista degli appassionati JEEP. Controverso ma originale non ha coinvolto e oggi trova una giusta archiviazione. Il nuovo modello, presentato oggi  al Salone Internazionale dell’Automobile del Nord America 2018, sarà in vendita entro il  primo trimestre di quest’anno.

Jeep ha adottato un design più familiare, che richiamano il Gran Cherokee, ma anche la nuova Compass (a breve la nostra prova su strada).

Esteticamente la nuova Cherokee, oltre ai fari ha delle novità generali nel suo look. Le cromature sono ora limitate  – secondo le versioni –  alla griglia anteriore e giro-porte. I fendinebbia sono ora  a LED, e varia la disposizione secondo la versione (più protetti nella versione off-road). I nuovi proiettori, ora combinati in un’unità per lato e posizionati piuttosto elegantemente sotto un nuovo cofano, sono di nuova generazione (su tutti i livelli di allestimento). La Cherokee è nuova non solo nel frontale. Cambiano i materiali, nuovo cofano in alluminio e nuovo il portellone posteriore (in materiale sintetico) con un design differente e così anche i fari e la colorazione. Ci sono doppi scarichi come la tendenza vuole – incastonati nel paraurti. Nuovi gli interni sia per plancia che sedili. Nuovi i cerchi in lega con pneumatici a bassa resistenza al rotolamento e nuovi colori per la carrozzeria.

La ricerca  della qualità costruttiva si è spinta verso un miglioramento generalizzato nell’uso dei materiali, della sicurezza, ma anche sulla riduzione del peso, per un totale di circa 90 kg. In tal senso gli affinamenti meccanici hanno supportato a quanto ottenuto dall’impiego dell’alluminio e dei materiali sintetici per la carrozzeria. Quasi 8 kg in meno per il sistema di trasmissione all’asse posteriore “Active Drive” (con una ri-progettazione delle sospensioni posteriori), migliorando anche la sua efficienza. Jeep continuerà a offrire Active Drive II, Active Drive Lock e Trailhawk trail-rated anche sul nuovo modello 2019.

In Jeep considera il Cherokee Trailhawk “quasi come un modello separato”, una vera 4×4 estrema. Non un Crossover elegante e tuttofare, ma un’auto per affrontare i percorsi più impervi con la massima disinvoltura ed efficienza, grazie a tutta la migliore tecnologia mai usata dalla Jeep. Nuova la geometria e la messa a punto delle sospensioni per una migliore la guidabilità ed il confort di marcia, ma anche la  maneggevolezza.

INTERNI:

Una completa riprogettazione degli interni  ha garantito maggiore lusso e rifiniture della Jeep Cherokee. Nuova la plancia nella parte relativa al display  da 8.4” con nuova risoluzione ed interfaccia. L’impianto Multimediale supporta sia Apple Car Play e Android Auto. Ci sono  nuovi colori e materiali per la parte superiore della plancia  rispetto a quella inferiore. Nuovi colori e design degli sportelli. Cambia anche il cockpit più moderno ed ora tft con tante possibilità di personalizzazione in base alle esigenze d’uso.

BAGAGLIAIO:

Il vano bagagli posteriore è stato riorganizzato, con nuova forma più razionale e tante utili soluzioni per una rioprganizzazione nell’uso. Aumenta la capacità di carico portando lo spazio a  460/790. Per l’apertura è stato introdotto il sistema “kick-away” che consente di aprire il portellone, a mani libere.

MOTORI:

Un nuovo turbo benzina quattro cilindri di 2,0 litri è aggiunto alla lista delle unità a disposizione del model year 2019. Con una potenza di ben 269 CV sarà inizialmente disponibile nei mercati statunitensi per poi arrivare nei listini Europei – ma non in tutti i Mercati. Restano in listino il motore che ha avuto i maggiori consensi (trazione anteriore), il 2.0 Multijet 140 CV e il 2.2 Multijet da 185 CV e 200 CV a trazione integrale. Oltre al già citato 2.0 Benzina, resta in listino il 3.2 V6 per la versione più estrema Trailhawk.

Nuove come accennato, la geometria e la messa a punto delle sospensioni per una migliore la guidabilità ed il confort di marcia, ma anche la  maneggevolezza.

 

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: