PEUGEOT 3008 il restyling conferisce fascino e competitività [+ Galleria]

La Peugeot 3008 uscita nel 2016, ha venduto più di 800.000 unità in tutti i Mercati. Diventata un’icona inconfondibile e con forte personalità è ora anche il nuovo modello di riferimento del segmento. Dopo anni e anni di Nissan Qashqai, la Peugeot 3008 si è imposta nel cuore degli automobilisti, quale icona di eleganza praticità e versatilità.  E’ il  prodotto che ha risollevato, rinnovandone l’aspetto generale – insieme alla 208 – il Brand del leone. Tuttavia, marchio di Sochaux non ha esitato, a distanza di 5 anni a effettuare un lifting, di metà carriera, estetico -soprattutto nella parte anteriore con una nuova griglia e nuovi fari,  ridisegnati per conferire maggiore slancio, prese d’aria laterali (ora verticali) sul paraurti e anche le famose luci diurne a LED “a denti di leone” presenti anche su altri modelli del gruppo transalpino.

All’interno, come al posteriore della vettura, piccole modifiche che però contribuiscono a rendere sempre molto interessante il design generale di questa vettura. Sotto la pelle si è lavorato per migliorare il confort generale di guida, pur mantenendo un assetto che trasmettesse quella volontà di essere sportivi. Il piacere di guida, è uno dei punti di forza  della  3008. Il  telaio offre, come già in passato, un livello di piacere di guida molto elevato. Assale anteriore con sterzo diretto e preciso, lo stile di guida imposto da questo modello non ha eguali nella categoria, una grande sensazione di sportività e di controllo su ogni fondo.

Interni:

Ancora originale, moderno e ben costruito. Peugeot lo sapeva, era inutile modificare una plancia  originale e anche  ben fatta. La consolle centrale  può ora vantare un nuovo display da ben 10” (allestimento Allure)  posizionato su una plancia rifinitissima con i tasti distintivi ” a pianoforte” presenti sui modelli del Leone. Nuovi invece i sedili, sia nel design, più sobrio e avvolgente e per i nuovi  rivestimenti.

Il nuovo modello può vantare diversi nuovi dispositivi di sicurezza ADAS; ausili elettronici quali la frenata di emergenza automatica con rilevamento pedoni e biciclette giorno e notte , regolatore di velocità e distanza abbinato al mantenimento in corsia – guida autonoma a livello 2 – rilevamento punto cieco con correzione sul volante.

Come per il modello che l’ha preceduto, rimane il discutibile controllo dell’impianto di condizionamento direttamente sul display (che impone di distogliere lo sguardo dalla strada) e che ha però tantissime possibilità di scelta. Ciò non toglie che è poco pratico. Altra cosa discutibile è il volante piccolo (altra caratteristica del marchio) che però nelle regolazioni copre la strumentazione digitale. Sconsigliati i cerchi in lega da 19”.

Motori:

Anche se la versione BlueHDi da 180 CV è uscita di produzione, per quanto riguarda i motori diesel, Peugeot in controtendenza con la maggior parte dei costruttori, ha deciso di mantenere in listino il 1.5 BlueHDI 130 CV. Ci sono poi due motori a benzina Puretech da 130 CV (disponibile come versione con cambio manuale o automatico) e 180 CV e due motori ibridi plug-in da 225 e 300 CV, questa ultima versione è offerta anche con trazione integrale.

L’auto è migliorata in ogni comparto, mantenendo le prerogative, ma anche talune caratterizzazioni (difetti?) che l’hanno contraddistinta da sempre. Auto originale, bella e ben rifinita, pecca per alcuni materiali che denotano una scelta più estetica che funzionale. Rimane un prodotto di cui poter rimarcare tante doti soprattutto stradali. Gli ingombri sono quelli di molti prodotti concorrenti, i prezzi forse un po’ elevati. Ci sono marchi: Hyundai/Skoda/Nissan/Ford che tirando le somme potrebbero costare meno e offrire di più, ma non avrebbero una 3008. Tutte le modifiche della 3008 si ritrovano anche sulla sorellona 5008.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: