Intelligenza artificiale: come influenzerà il gaming nel futuro

Negli ultimissimi anni il mondo dell’intrattenimento, online e offline, si è evoluto a ritmo vertiginoso, generando un enorme giro d’affari e moltiplicando a dismisura il numero di utenti a livello mondiale. I giochi sono diventati delle vere e proprie opere d’arte informatica e anche i grandi classici si sono profondamente trasformati. E in questa situazione è arrivato un nuovo attore destinato a spostare ancora più in alto l’asticella delle prestazioni: l’intelligenza artificiale. È il momento di scoprire come la IA sta influenzando il gaming e come lo farà nel prossimo futuro.

Iniziamo con una semplice definizione. Senza entrare troppo nel dettaglio possiamo definire l’intelligenza artificiale come un sistema informatico creato per risolvere problemi, dare risposte e compiere azioni in automatico in base ai dati forniti. Lo stesso meccanismo che regola la mente umana. Ed è facile capire come un sistema informatico in grado di migliorarsi in autonomia e di adattarsi agli stimoli esterni apra enormi prospettive al mondo del gaming. Gli esempi non mancano.

Tra le discipline che stanno beneficiando di più dell’arrivo dell’intelligenza artificiale ci sono sicuramente le slot che negli ultimi mesi hanno fatto enormi passi avanti a livello evolutivo. Anche in un gioco all’apparenza semplicissimo come le slot l’IA sta cambiando tutto. In primis a livello di game playing con giochi sempre più interattivi e in grado di garantire un livello di coinvolgimento mai visto prima. In secondo luogo a livello di scenario con i principali operatori che offrono titoli con ambientazioni in 3D, colonne sonore dedicate e mini-giochi per soddisfare i bisogni anche dei giocatori più esigenti.

Ma c’è anche un’altra applicazione interessante dell’IA alle slot. Ovvero la capacità della macchina di studiare i comportamenti dei giocatori e di offrire loro esperienze di gioco e bonus sempre più personalizzati. Il processo di gamification coinvolge quindi anche un classico che sembrava immutabile come le macchinette con i rulli e le potenzialità sono ancora tutte da scoprire.

Notevole anche l’impatto che l’intelligenza artificiale sta avendo sui videogiochi di ultima generazione. Da alcuni anni gli sviluppatori di giochi stanno sfruttando tecniche come il motion capture provenienti dal cinema per rendere i personaggi dei giochi ancora più reali. Il tutto fornendo all’IA una base dati potenzialmente infinita da cui ricavare informazioni per creare in autonomia personaggi sempre più realistici.

L’intelligenza artificiale, però, ha un altro ambito in cui sta davvero dando il meglio di sé: la creazione e riproduzione degli open world che caratterizzano moltissimi dei videogiochi di maggior successo degli ultimi anni. Le macchine più avanzate sono in grado di sfruttare la mappatura LIDAR, basata su rilevazioni tramite impulsi laser dei terreni e delle costruzioni, per creare un database da cui prendere informazioni per creare mondi virtuali che hanno poco da invidiare alla realtà fisica. Tutti conosciamo la serie best seller “Assassin’s Creed”. Ebbene è basata proprio su questa particolare applicazione.

 

Ultimo campo di applicazione dell’IA quello di profilazione dei comportamenti dei giocatori. L’intelligenza artificiale è oggi in grado di adattarsi alle mosse degli utenti e di far sì che i personaggi non giocanti abbiano reazioni adeguate e proporzionate a ciò che facciamo con il joypad in mano. Un aspetto che rende le sessioni di gioco sempre più realistiche e immersive.

Chiudiamo la nostra rassegna con un possibile campo di impiego futuro di questa tecnologia: la sicurezza informatica. L’intelligenza artificiale ha enormi potenzialità nello scoprire frodi e comportamenti scorretti da parte sia di chi gioca che dei gestori delle piattaforme. Un esempio pratico il tracciamento della presenza degli account multipli, un escamotage che moltissimi usano per aggirare i controlli di sicurezza dei siti di gaming. Una vera e propria svolta soprattutto per i casinò online che grazie a questa possibilità possono garantire tutele decisamente maggiori ai propri utenti ed eliminare i profili falsi in pochissimi secondi.

Si va dunque verso un gaming sempre più a misura del singolo utente, ma soprattutto sempre più sicuro per quanto riguarda le transazioni economiche e la protezione dei dati personali.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: