GIORNATE EUROPEE DEL PATRIMONIO 24-25 settembre all’Università La Sapienza- Roma

banner-24-settembre-2016

 

 

visite, incontri, laboratori nei musei d’arte e di scienza, nelle biblioteche, nei parchi e nelle piazze

 Sabato 24 e domenica 25 settembre 2016 Roma Capitale, Assessorato alla Crescita Culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio #GEP2016, iniziativa voluta dal Consiglio d’Europa e accolta dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

Una festa della cultura, che coinvolge dal 1991 tutti i Paesi europei, finalizzata alla valorizzazione del patrimonio culturale degli Stati membri dell’Unione e alla riflessione sul valore della comune matrice identitaria.

Nell’ambito di #Culturaèpartecipazione (hashtag ufficiale della manifestazione) la Sovrintendenza Capitolina ha realizzato, in collaborazione con il Dipartimento di Storia dell’Arte e Spettacolo e il Polo Museale di Sapienza Università di Roma, con la Biblioteca di Storia Moderna e Contemporanea e con l’Archivio Capitolino un programma che coinvolge, oltre ai musei civici, numerosi siti archeologici e monumentali del territorio e i musei della Sapienza in una serie di eventi che prevedono la partecipazione attiva del pubblico.

Il TEMPO è la chiave attorno a cui ruota l’iniziativa volta a creare una mappa, vera e immaginaria/fantastica, del #TempoinComune.

La riflessione sul grande tema del TEMPO prende avvio dalla mostra in corso presso il MACRO Dall’oggi al domani. 24 ore nell’arte contemporanea, a cura di Antonella Sbrilli e Maria Grazia Tolomeo.

Intorno a questo argomento cittadini e visitatori saranno coinvolti attivamente, con visite guidate, incontri, laboratori e momenti di gioco, dedicati a rappresentazioni e misurazioni del TEMPO presenti nelle collezioni dei musei civici o diffusi nella città.

Una proposta per conoscere e riconoscere le raffigurazioni che fanno riferimento al trascorrere del tempo e ai suoi effetti, con personificazioni, simboli e allegorie presenti in dipinti, sculture, decorazioni, e per scoprire, nelle strade e sui palazzi, gli strumenti di misurazione, meridiane e orologi che per centinaia di anni hanno scandito le ventiquattro ore, il tempo e la notte nella vita della città.

E ancora: la declinazione del TEMPO, come scansione della vita quotidiana nel passato della città o come passaggio della storia: dai resti più antichi, alle testimonianze archeologiche, all’età moderna. Alcuni appuntamenti sono dedicati ai danni e alle offese che il Tempo produce sui monumenti e all’importanza della “partecipazione attiva” come strumento indispensabile per garantire, attraverso conoscenza e consapevolezza, la conservazione del patrimonio artistico e monumentale.

Non mancano i temi scientifici con diversi appuntamenti presso i Musei del Polo della Sapienza, dal Museo di Scienze della Terra a quello di Storia della Medicina, per arrivare a comprendere nelle sezioni del Museo di Fisica che cos’è il TEMPO secondo la prospettiva della scienza.

 

Sabato 24 settembre dalle 15,00 alle 20.00

 

Il Polo museale Sapienza aderisce all’iniziativa con l’apertura straordinaria di cinque musei all’interno della città universitaria, nella giornata del 24 settembre 2016, dalle ore 15:00 fino alle ore 20:00 (biglietto d’ingresso a tutte le iniziative: 3 euro; gratuito per disabili, personale e studenti Sapienza).

Musei aperti al pubblico

Museo di Scienze della Terra, Museo delle Origini, Museo del Vicino Oriente, Egitto e Mediterraneo, Museo di Storia della Medicina, Museo di Fisica

screenshot-2016-09-23-14-04-37

 

Il calendario completo delle aperture e visite guidate

www.web.uniroma1.it/polomuseale

INFO E PRENOTAZIONI

Tel. (+39) 06 4969 4318

polomusealesapienza@uniroma1.it

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: