La festa della birra a stoccarda per inaugurare l’autunno

Voluta per la prima volta nel 1818 da Re Guglielmo I del Württemberg e della consorte Caterina per rinfrancare la popolazione e rilanciare l’economia dopo la devastazione delle guerre napoleoniche e anni di cattivi raccolti, la Festa della Birra Cannstatter Wasen (22 settembre – 8 ottobre 2023) è da oltre 200 anni un appuntamento imperdibile del primo autunno a Stoccarda.

Più tradizionale e legata ai riti e ai costumi del passato rispetto ad altre manifestazioni di questo genere, la Cannstatter Wasen accoglie ogni anno circa quattro milioni di visitatori, che vengono qui per festeggiare e stare insieme, ma anche per divertirsi sulle giostre o assistere alle parate in costume tradizionale che ricordano l’origine contadina dell’evento. La birra scorre a fiumi e si accompagna ai piatti della tradizione nei grandi tendoni allestiti per l’occasione, dove si mangia, si canta e si balla fino a notte inoltrata. Intorno all’albero della cuccagna, simbolo storico della festa popolare, si raccolgono poi giostrai, commercianti e gastronomie, che danno vita a un grande luna-park, fornito delle montagne russe e degli autoscontri più all’avanguardia. L’incipit della festa viene dato dal maestoso corteo tradizionale, che conta circa 4.000 comparse e ben 150 animali, tra mucche, buoi e cavalli e fa rivivere ai presenti il passato contadino della regione, con tanto di soldati in costume storico e la carrozza di re Guglielmo e della consorte Caterina.

 

BESENWIRTSCHAFTEN, SPUMANTE E RISTORANTI STELLATI

Birra e vino, ma anche buona cucina e tradizioni locali: la fine dell’estate e l’autunno a Stoccarda sono la stagione delle Besenwirtschaften, locande temporanee, gestite da vignaioli e aperte per alcune settimane fino a un massimo di qualche mese, che offrono quartini di bianco o di rosso di produzione propria, accompagnati dai piatti semplici della tradizione culinaria sveva e dai prodotti contadini, come speck e formaggio. In città non mancano le locande tradizionali e le Weinstuben dove gustare la cucina locale – come i Kässpätzle (gnocchetti di farina al formaggio), le Maultaschen (ravioli ripieni), o gli Schupfnudeln (gnocchi con crauti). Non solo tradizione: Stoccarda è anche una città che vanta locali alla moda, bar trendy e gastronomie ricercate. Le cantine Kessler, con sede nella vicina Esslingen, hanno oggi un elegante flagship store nel centro della città: fu Georg von Kessler ad importare, negli anni 20 dell’800, per la prima volta in Germania dalla Francia la tecnica di lavorazione dello champagne, appresa presso Veuve Clicquot-Ponsardin, rispettata ancora oggi per la produzione dello spumante della maison. Senza dimenticare, infine, i ristoranti stellati: in città se ne contano otto, con la nuova aggiunta dell’ecclettico Hegel Eins da aprile 2023, e a questi si aggiungono i 13 ristoranti stellati nella regione di Stoccarda.

 

 

La carta turistica StuttCard: un solo biglietto per tutta Stoccarda

La StuttCard offre ingressi gratuiti e sconti presso oltre 50 partner associati nella città e nella        regione di Stoccarda, ed è disponibile per una durata di 24, 48 o 72 ore. Chi ama l’arte visiterà, per esempio, la pinacoteca nazionale Staatsgalerie Stuttgart e la galleria civica Kunstmuseum Stuttgart, i fan di auto e tecnologia sceglieranno gli spettacolari musei Mercedes-Benz e Porsche, mentre gli appassionati di castelli entreranno gratuitamente nella Reggia di Ludwigsburg e al castello Solitude.

 Costi:

 24h               48h    72h

18 €               25 €   30 €

Per ulteriori informazioni sulla StuttCard: https://www.stuttgart-tourist.de/en/stuttcard#/

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: