Viaggi in Croazia: ecco come arrivare all’isola di Brac

Nota anche con il nome di Brazza, l’isola di Brac è una delle destinazioni turistiche più amate della Croazia. Chi intende raggiungerla per un periodo di vacanza ha la possibilità di farlo direttamente in auto, tenendo come punto di riferimento per la destinazione Makaraska o Spalato. Tutte e due queste località sono situate nella parte centrale della Dalmazia, e mettono a disposizione porti grazie a cui si può continuare il viaggio sul traghetto. In particolare, da Spalato si arriva a Supetar, dove si è costretti a lasciare la macchina per poi continuare a bordo di un catamarano.

Auto personale o auto a noleggio?

Non è detto, però, che tutti abbiano voglia di arrivare fino in Croazia in macchina. Per ridurre i tempi può essere molto più comodo prendere l’aereo e dedicarsi allo studio noleggio auto. Valutare la possibilità di prendere una vettura a noleggio sul posto vuol dire non doversi preoccupare di autostrade, traffico e molti altri inconvenienti. Ecco, quindi, che ci si potrebbe mettere in cerca di una macchina a Makaraska, tenendo presente che da qui parte un traghetto che permette di imbarcare anche i veicoli. Va detto che sia Makaraska che Spalato sono collegate in modo ottimale con la rete dei trasporti pubblici della Croazia.

Muoversi con i mezzi pubblici

Che ci si sposti in treno o che si decida di muoversi in autobus, insomma, non ci dovrebbero essere grossi inconvenienti a cui far fronte. Nulla vieta, poi, di prendere il taxi, soprattutto se si viaggia in compagnia di altre persone e, quindi, si ha l’opportunità di suddividere i costi: con questa opzione non si è obbligati a rispettare gli orari dei mezzi e ci si può muovere con comodità quando si vuole, anche di notte.

Arrivare sull’isola di Brac in barca: come fare

Nel caso in cui non si abbia intenzione di avvalersi dei mezzi di trasporto pubblici, si può propendere per una barca privata, anche perché l’isola offre un numero abbastanza elevato di porti che permettono di attraccare. I traghetti che giungono sull’isola effettuano più corse al giorno: un aspetto positivo è rappresentato dal costo del biglietto, che non è molto caro.

Spostarsi dall’Italia

Da molte città italiane ogni giorno partono pullman che sono diretti non solo verso la Croazia, ma anche in direzione della Serbia, dell’Albania e degli altri Stati balcanici. Partendo da Ancona, invece, si può prendere il traghetto per Spalato dalla banchina intitolata a Nazario Sauro. Il viaggio non è dei più brevi, comunque, poiché il percorso è di poco meno di 250 chilometri, per coprire i quali c’è bisogno di quasi 6 ore. Una volta giunti a Spalato, poi, occorre salire su un altro traghetto, così da arrivare finalmente a Brac.

Perché andare in vacanza all’isola di Brac

Situata sulla costa della Dalmazia, l’isola di Brac in tempi non molto lontani era abitata da un gran numero di italiani. Oggi, come detto, è meta privilegiata di turisti che desiderano godere di un mare spettacolare a basso costo. Vale la pena di ricordare che si tratta di una località che fa sì parte della Ue ma che non rientra nell’area Schengen: proprio per questo motivo per giungere fino a qui è necessario avere la carta di identità valida per l’espatrio o il passaporto. Per organizzare ogni dettaglio del viaggio in anticipo ed evitare brutte sorprese, è preferibile noleggiare già su Internet l’auto con cui ci si muoverà tra le strade dell’isola, magari approfittando del servizio di Liligo, comparatore di noleggio auto decisamente comodo e facile da usare.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: