Vodafone aumenta i piani base: come evitare i rincari e togliere anche 1,90 di exclusive non richiesto

Dal 18 aprile 2017 Vodafone Italia apporterà alcuni cambiamenti sui piani base con una nuova rimodulazione dei prezzi, aumentando così il canone base. La variazione contrattuale in questo caso sarà di 0,49 centesimi di euro in più ogni settimana. La motivazione dell’aumento andrà spiegata con una attivazione gratuita dell’opzione Sunday che permette di utilizzare 2 GB in più di traffico dati in 4G in aggiunta a quanto si ha da piano stipulato e minuti illimitati da utilizzare nell’arco delle giornate di domenica esclusivamente.

Se però questa attivazione gratuita, che poi gratuita non è, non vi dovesse servire c’è modo di sfuggire alla rimodulazione dei prezzi contrattuali.

Se vi volete quindi evitare quasi due euro in più al mese potete chiamare il numero 42593 e seguire le indicazioni che vi vengono fornite, componendo la specifica sequenza numerica che vi verrà comunicata per non vedere applicata la rimodulazione.

Attraverso questa telefonata potrete passare ad un altro piano base, ovvero Vodafone 25 (con chiamate a 25 centesimi di scatto alla risposta, 25 centesimi al minuto e 29 centesimi ad SMS inviato). Il passaggio a questo piano base è gratuito solo entro il 15 aprile prossimo, successivamente si dovranno pagare 8 euro di attivazione.

Nel caso in cui vorrete invece cambiare gestore, potrete farlo in modo gratuito successivamente al ricevimento dell’SMS in cui verrete avvisati direttamente della rimodulazione. Se lo farete entro i 30 giorni dall’OMS non dovrete pagare alcun costo di disattivazione: per effettuare il cambio gestore basterà chiamare il numero 42593.

Da non scordare anche il cosiddetto servizio “Vodafone Exclusive”, attivato sui numeri dei clienti al costo di 1,90 euro senza richiedere un preventivo consenso dei titolari dei numeri. Molti di voi probabilmente neanche sanno di pagare questa cifra ogni mese in cambio di servizi che spesso non vengono utilizzati. Controllate in bolletta e per richiederne l’annullamento basterà chiamare il servizio clienti. Nonostante la salatissima multa che Vodafone ha dovuto pagare, non rimborsa comunque i clienti che senza richiesta hanno pagato questa cifra e magari la pagano ancora! L’unico modo per chiederne il rimborso è inviare una raccomandata, ma spesso la somma da pagare per inviare la raccomandata supera quella del rimborso…

Share

Commenti

commenti