Fortnite e i balletti rubati: Rapper e star del cinema contro la Epic Games #fortnite

Fortnite continua a far parlare di sé, senza contare che il suo nome sia già sulla bocca di tantissimi giocatori di ogni età. Nonostante il grande gioco di successo, le critiche legate ad alcuni aspetti del videogame sono ancora tante. Ci riferiamo a come la Epic Games si sia ispirata in modo decisamente palese a mosse o piccoli balletti diventati celebri grazie a star della musica o del cinema, per poi rivendersele come oggetti a pagamento. A quanto pare questa parte del gioco è anche molto apprezzata, basta guardarsi in giro e facilmente si vedrà qualche ragazzino far mosse particolari con gli amici, mini balletti a mo’ di tormentoni musicali. Così potrete ritrovare queste “citazioni” all’interno di Fortnite: Battle Royale, sapendo però che l’artista che ne è il fautore non ha mai visto alcun riconoscimento, tantomeno economico.

Sulla questione dei balletti rubati si è fatto sentire ultimamente anche 2 Milly, noto rapper americano. In questo caso il balletto rubato è Milly Rock proposto su Fortnite come Swip It, molto popolare ora tra i giocatori. 2 Milly ha da subito intrapreso le vie legali. Stessa prassi per l’attore Donald Faison, il famoso personaggio di Turk nella serie TV Scrubs. Sua la “Poison Dance” inserita anch’essa da Epic come emote a pagamento nel suo gioco di sopravvivenza. Sembra però che in alcuni casi la Epic Games abbia contattato gli autori delle mosse ottenendo un via libero, ma a quanto pare non è stata seguita la stessa prassi con tutti.

Per molti dei rapper interessati in questo “furto di movenze” non è solo una questione economica, ma anche di prestigio poiché i tantissimi giocatori sono convinti di imitare dei balletti creati appositamente dalla Epic Games, senza neanche saperne la fonte di provenienza.

Per il momento non sono arrivate risposte ufficiali dai creatori di Fortnite, anche se in fin dei conti la Epic Games non avrebbe i infranto alcuna legge sul Copyright americano. Difficile anche immaginare che Fortnite possa fare a meno di questo suo lato musicale nel gioco, considerando soprattutto che si tratta di una fonte di incasso miliardaria.

 

Share

Commenti

commenti