Android è il primo sistema operativo al mondo per accessi su Internet. In costante aumento i rischi per la sicurezza dei nostri smartphone. Ecco i motivi per cui è meglio dotarsi di un buon antivirus.

Android il sistema operativo di Google più diffuso sugli smartphone ha superato Windows di Microsoft per la prima volta in termini di accessi su Internet.

Questo significa che i PC desktop, laptop, e tablet messi insieme non raggiungono gli accessi da dispositivi mobili con Android.

I dati provengono della società di ricerca StatCounter aggiornati a marzo 2017, e c’è un’altro aspetto da considerare : sono in costante aumento i siti truffa, le mail, e le app “maligne” che decurtano il nostro credito residuo attivando abbonamenti truffa.

Con questo articolo vedremmo come funzionano i meccanismi truffaldini e come proteggersi.

Sui PC domestici e da lavoro quasi tutti utilizziamo un antivirus. Siamo più o meno coscienti del pericolo degli hacker e dei siti truffa e corriamo subito al riparo utilizzando un antivirus gratuito o a pagamento.

L’attenzione si abbassa notevolmente se parliamo di smartphone, dove il pericolo degli hacker e della nostra privacy viene poco percepito.

Storicamente il discorso della sicurezza è uno dei motivi che ha spinto tanti utenti a scegliere un iPhone rispetto ad uno smartphone basato su Android, perchè iOS è stato sempre definito come un sistema operativo con meno rischi rispetto a quello creato da Google.

Questa convinzione non corrisponde affatto alla realtà. Gli iPhone adottano un sistema operativo “blindato” ma negli ultimi tempi sono stati presi di mira dai cyber criminali registrando diversi casi di truffe e virus ai danni di utenti iPhone o iPad (anche qui sono stati attivati abbonamenti truffa e siti di phishing).

In realtà Android corre più rischi di iPhone perchè alcune app possono accedere al cuore del sistema operativo, mentre iOS è blindato in una sorta di scatola schiusa (SandBox). Per questo dovremmo preoccuparci dei dati personali che contengono i moderni smartphone che in molti casi contengono informazioni più riservate rispetto ad un PC. Inoltre è da tener presente che infettare uno smartphone è relativamente più semplice rispetto ad un PC.

Nel Play Store sono in aumento le app maligne che rubano i dati presenti nello smartphone “mascherandosi” da giochi innocui, anche se in realtà Google ha annunciato una grossa attenzione a ripulire lo Store da app malevoli (grazie a dei particolari filtri).

Il problema è anche derivato dal fatto molti utenti installano le app al di fuori del Play Store scaricando direttamente dal web i file .apk eseguendoli poi nello smartphone.

Il rischio è elevato considerando che alcune app non ufficiali possono “rubare” i nostri dati personali, oppure rendere illegibili alcuni file presenti nello smartphone, e danneggiare la batteria visto che queste app spesso rimangono attive in background. Ma i pericoli arrivano anche dai siti web con link infetti nelle e-mail.

A questo punto appare evidente l’importanza di avere un buon antivirus installato nello smartphone Android. Ora vi daremo consigli su come scegliere un Antivirus e quali sono le caratteristiche dei più interessanti software di protezione in circolazione.

Iniziamo nel dirvi che gli Antivirus per funzionare a dovere richiedono molte autorizzazioni (se pensiamo che questi software devono avere il pieno controllo dei vostri dati, per cui bisogna fidarsi a priori) e devono essere sempre in esecuzione in background comportando un leggero aumento del consumo di batteria.

Noi vi consigliamo un ottimo Antivirus gratuito che non ha nulla da invidiare a quelli professionali a pagamento: Mobile Security e Antivirus della software house ESET. Altri Antivirus affidabili sono Avast Mobile Security & Antivirus, Kaspersky, AVG Mobile.

Share

Commenti

commenti