JABRA ELITE 7 Active, LIBERTA’ IN MOVIMENTO

Ho utilizzato le nuove Jabra Elite 7 Active per una settimana, in casa, in ufficio, sullo scooter, per telefonare o ascoltare la musica. Le ho trovate, da un punto di vista ergonomico perfette.  Si adattano perfettamente al padiglione auricolare. Come diverse volte accennato ho il foro dell’orecchio piuttosto piccolo, quindi molte “cuffiette stereo” non vanno bene, dalle costosissime air-pods della Apple, a quelle più commerciali, tutte non riescono a sorreggersi all’intero dell’orecchio. In passato ho avuto quelle che avevano, come per gli occhiali – un’asticella, altre con sporgenze di vario genere per bloccarle al padiglione auricolare, ma poco dopo averle indossate, inevitabilmente  si scostavano.

Queste Jabra Elte 7 Active sono costruite con un materiale che al tatto è morbido e già questo da la sensazione che si reggano meglio. Alla vista sembrano essere costruite in un unico pezzo, non ci sono pulsanti – giusto un led – che indica lo stato di carica. Tutto sembra essere sigillato. In effetti dovrebbero esserlo, perché certificate IP57, cioè resistenti all’acqua e al sudore. Visivamente sembrano meno ricercate e anche più economiche rispetto ad altri prodotti Jabra già testati. Sono però sensibilmente più leggere, a favore dello star dentro l’orecchio. Molto semplici nel design, riprendono quanto già visto, ristilizzato e alleggerito. Questo vale per la coppia degli earphones, ma anche della custodia, semplice e dello stesso materiale delle cuffiette, che all’esterno presentano il solo Led indicante lo stato della carica. Proprio dalla carica voglio partire: Non le ho praticamente mai ricaricate. Giusto una sera, dopo averle tenute tutto il giorno. La presa è del tipo Type C, come tutti i cellulari ormai (tranne Apple). ci sono tre misure per gli EarGels – ovviamente mi sono trovato bene solo con le più piccole: non danno fastidio perchè non troppo dure ed isolano molto bene. Durante una passeggiata gli Jabra Elite 7 grazie anche alla tecnologia “Shake Grip” non si sono mossi, ma se iniziavo a correre…… dovevo riposizionarle di tanto in tanto.

Tra le funzionalità hanno l’abbattimento del rumore con la tecnologia ANC e HearThrough: La prima è utilizzata grazie a dei microfoni posti sugli auricolari che captano i suoni e li processano, operando una cancellazione attiva grazie a delle controfrequenze che eliminano i rumori esterni regalando un suono pulito. La seconda funzione è invece molto utile per ascoltare i suoni intorno a noi quando pure indossiamo le nostre cuffie. Funzionano un po’ come amplificatori del suono intorno a noi, senza dover interrompere la musica.

Il suono in cuffia è potente, grazie all’App Jabra è personalizzabile come un vero equalizzatore, in Neutro/Parlato/ possono essere esaltati i bassi o gli alti – per il suono – può essere scelta la modalità d’ascolto musicale. L’applicazione permette anche di ascoltare particolari suoni di sottofondo: Mare/Pioggia/ventola/cascata/immersione/rumore delle onde/cinguettio uccelli/caverna.

Avevo accennato all’inizio della durata della batteria, e ancora una volta voglio sottolineare (malgrado la compattezza del prodotto) quanto queste durino e ovviamente – grazie al dock, siano sempre funzionanti. Ben 8 ore di durata, che arrivano a 30 nella custodia. La ricarica può avvenire sia tramite cavo, che wireless (niente male).

 

La conclusione: Esteticamente molto gradevoli, al tatto morbide. Ottime per vestibilità nel padiglione auricolare, leggere e resistenti al sudore e acqua.  Connessione bluetooth velocissima.  La pulizia del suono è leggermente inferiore rispetto ad altri prodotti Jabra del passato (Elite 65t), ma che stavano discostati. In compenso con la tecnologia ANC i disturbi esterni sono minimi. Con l’equalizzatore della APP Jabra si può migliorare e personalizzare la scelta audio. Ottima la durata delle batterie, la ricarica è anche wireless.

 

 

 

 

Acquistabili su Amazon: Jabra Elite 7 Active

 

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: