Facebook: #Sfidaaccettata? La catena social in bianco e nero ha fini benefici #controilcancro

#Sfidaaccettata

Di sicuro nelle vostre pagine Facebook avrete visto almeno due o tre foto in bianco e nero con il commento “Sfida accettata” e il relativo hashtag #Sfidaaccettata. Sapete cosa voglia dire?

Se ne vedono di tutti i colori e le catene sulla rete così come anche attraverso i tanti amati messaggini trovano sempre largo spazio tra i diffusori inconsapevoli. Spesso sono solo giochi, altre volte bufale che dilagano a vista d’occhio. Questa volta si tratta di mettersi in gioco con proprie fotografie in bianco e nero. Ma il senso della sfida quale è?

Intanto vediamo come funziona: si viene nominati da altri amici e se si accetta la sfida bisogna cambiare la propria foto profilo con una in bianco a nero, aggiungendo il commento “Sfida accettata”. Chi poi metterà il mi piace sotto la foto sarà invitato a sua volta a fare lo stesso. Il senso vero della catena però non è solo il gioco in sé, ma è una campagna di sensibilizzazione per la lotta contro il cancro. O almeno così dovrebbe essere anche se le foto selfie di molti, in pose ammiccanti sembrano cercare più Like di auto-celebrazione che atti di solidarietà per la ricerca sul cancro.

Ricorda molto la campagna Ice Bucket Challenge, quando Vip e personaggi famosi, ma anche gente comune, lanciava la sfida gettandosi un secchio di acqua ghiacciata in testa, con tanto di video e di nomination per le successive secchiate.

In questo caso non è ancora ben chiaro chi abbia lanciato la sfida e se dietro ci siano particolari Enti o Associazioni. Con le secchiate d’acqua che sostenevano la campagna di raccolta fondi lanciata dall’Associazione Statunitense contro la Sclerosi Laterale Amiotrofica, si sono raccolti 200 milioni di dollari che hanno aiutato la ricerca a proseguire la sua lotta contro la Sla. Speriamo che anche nel caso delle foto in bianco e nero si possa essere di aiuto nella ricerca contro il cancro.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: