APPLE, dopo iPhone 13 arriveranno 2 nuovi modelli pieghevoli nel 2023

Sono sempre più consistenti le voci che parlano di un  Apple i-phone Fold entro il 2023. Lo smartphone è un prodotto in continua evoluzione, ormai molto più vicino ad essere un pc portatile più che un cellulare. Le dimensioni però sono diventate davvero notevoli ed “ingombranti”.  Poter richiudere uno schermo su se stesso potrebbe essere la soluzione. E’ proprio questa la scelta fatta da molti produttori  di Device. L’obiettivo è doppio. Oltre a quello sopra citato c’è la ricerca continua del cercare interessi per clienti alla ricerca di continue novità. Queste devono però essere all’avanguardia nei contenuti, oltre a mostrare la nuova veste.

Motorola e Samsung più di altri Brand sono riusciti ad arrivare tra i primi, e dividersi questa prima fetta di Nuovo-Mercato (anche TLC e LG, a breve Google e Oppo). Non sempre però il risultato si è dimostrato all’altezza delle aspettative.  Conoscendo Apple, quest’ultima, scenderà in campo con modelli pieghevoli solo quando avranno una qualità davvero eccezionale – al pari degli Smartphones attualmente in produzione. Per far questo sono in atto partnership con diversi produttori che promettono qualità e durata su schermi di nuovissima generazione, che siano flessibili,  e mantengano inalterate le qualità visive (i fatiditici 120Hz).

Le voci dei “sempre ben informati” ci dicono che alla Apple stanno studiando per proporre ben due Device (la medesima scelta operata da Samsung) per un “estensibile a libretto” e un “pieghevole“. Per quel che riguarda lo schermo, sembrerebbero esserci all’orizzonte dei nuovi accordi non più con Samsung (attuale fornitrice dei display a retina di ultimissima generazione – i-Phone 13), ma con LG, che recentemente ha presentato dei nuovi display particolarmente resistenti OLED pieghevoli da proporre in formato 7,5”/ 8,0”. I nuovi schermi presenterebbero un nuovo materiale più  resistente e duraturo per la formazione delle pieghe. Un materiale sintetico che si avvicina – per luminosità e resistenza – al vetro, ma anche con frequenza da  120 Hz e luminosità al pari all’i-phone 13. Mentre le fotocamere (se non ci sarà un cambio totale a 48 Mpx) potrebbero rimanere tre, ma con una disposizione più classica. Gli schermi devono dissipare il maggiore calore, ma al contempo evitare rotture con il freddo. Tanti piccoli incastri che devono andare al loro posto. Vale questo per le batterie, più piccole e annegate in due scocche, vale per tutti i componenti che andrebbero riposizionati. Un lavoro meticoloso e che presenta sempre nuove incognite. In tal senso Apple non può e non deve commettere errori.

In questi giorni sta arrivando l’ultimo aggiornamento IOS per i Device attualmente in commercio. Si tratta dell’iOS 15 che promette maggiore stabilità e alcune importanti novità nelle applicazioni:

FaceTime:  si potrà condividere ciò che viene visualizzato sullo schermo (Share Play)  senza alcun limite di dimensioni, dalle foto, ai film, ma anche musica, oltre – ovviamente – documenti. Si potranno effettuare riunioni con diversi partecipanti (a prescindere dal device) con il formato a griglia e la messa in evidenza di chi parla, il silenziamento degli altri partecipanti.

Tridimensionalità del suono per un suono più limpido e naturale;

Messaggi: Nuovi contenuti multimediali e memojoi

Notifiche: Cambiano la grafica e anche includono immagini e riquadri

Mappe –In 3D con una grafica migliorata in ogni aspetto. Fluida la navigazione più precisa: Traffico, indicazione del senso della viabilità, situazione del traffico, ZTL.

Safari: Cambia la grafica, ma anche lo stato di ricerca e la possibilità di scelta delle pagine e delle preferenze.

Le novità non finiscono qui. iOS 15 promette di stabilire nuovi parametri per i Device più moderni e attuali mai utilizzati. Forti di un capacità di adattamento alle esigente, ma che propongono un nuovo modo per vivere ed utilizzare il proprio iPhone.

Contestualmente alla  presentazione del nuovo iPhone 13, Apple Watch serie 7 e AirPods 3 è stata annunciata l’interruzione della produzione degli iPhone  serie 12, e anche il più economico XR

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: