Snapchat in America è il fenomeno Social del momento, lo diventerà anche da noi?

Snapchat è un’applicazione di condivisione per foto filmati, che è molto popolare negli Stati Uniti,  tra i giovani sotto i 25 anni, che rappresentano il 71% dei suoi utenti. Con 350 milioni di scatti giornalieri e circa 100 milioni di utenti attivi al mese, Snapchat è estremamente popolare, nello scambiare in formato digitale, non tanto i messaggi, ma foto e video (la nuova frontiera della comunicazione). Un fenomeno prettamente giovanile.

Snapchat è un’applicazione che permette di condividere foto e video, che è stato progettato dagli studenti della Stanford University in California. L’applicazione è disponibile su smartphone IOS e Android.
Ciò che la diversifica rispetto altre applicazioni, è che c’è un limite  temporale per la visualizzazione di quanto ricevuto.

In altre parole, scambiare foto o video può essere fatto per pochissimi secondi, così come poterli  visualizzare, dopodiché i Media spariscono anche dal Server. Un gioco volatile, veloce  senza traccia

I messaggi inviati scompaiono definitivamente dopo 10 secondi o meno (è possibile impostare la durata). E’ possibile inviare tutti i tipi di foto, selfie, video, fare annotazioni sulle foto, disegnarvi e utilizzare filtri (3 filtri differenti), e, in particolare,  creare una “storia” combinazione di immagini e foto.

Dal maggio 2014, nell’applicazione è stata attivata una funzionalità che permette (grazie ad un sensore di movimento) di chattare in diretta con i propri contatti, se essi stessi sono collegati ed è possibile specificare, grazie alla geolocalizzazione, l’ora e il meteo, con la temperatura  della vostra posizione.

Per creare un account, è molto semplice, basta seguire le indicazioni: Una volta che l’applicazione è installata, cliccare sul tasto blu Iscrizione. Sarà richiesto di inserire il proprio indirizzo mail, una password e la data di nascita (obbligatoria, poiché è necessario avere almeno 13 anni per potersi iscrivere). Per poter essere ricercati da altri utenti sarà necessario scegliere un nome utente (nickname). Fare bene la scelta del nickname, trovare gli amici, ricercare tra i propri contatti, utenti Snapchat con i quali connettersi. Cliccando sul tasto + sarà possibile effettuare una ricerca manuale di contatti non presenti nella propria rubrica.

Qui in Italia, in tanti ne  parlano ma poi forse tale idea non ha avuto il successo che ci si aspettava. Sono solo i  giovanissimi a scambiarsi foto e a modificarle con le varie possibilità offerte. In America invece Snapchat è diventato talmente famoso da superare lo storico Twitter. C’è la possibilità di chattare, inviare foto e video modificati. Usarlo è semplicissimo per chi è ormai abituato a far uso di questi supporti. le opzioni sono semplici e la condivisione altrettanto facile. Si può arricchire il tutto con effetti del tutto simili a quelli offerti da Istagram, con fumetti, scritte colorate, applicare stickers. L’applicazione prevede le emoji, ma anche gli avatar. Ci sono le lenti e le camuffature.

In Italia è ancora è Whatsapp a farla da padrone. Ogni giorno si arricchisce di una nuova funzionalità avvicinandosi molto all’idea di condivisione della nuova proposta made in USA col fantasmino bianco su sfondo giallo.

“Per concludere, ti segnalo che puoi impostare la durata massima di visualizzazione delle foto usando il timer collocato in basso a sinistra (per un massimo di 10 secondi), oppure definire un video  e anche il tempo di possibile visualizzazione. E’ un gioco per socializzare, per scherzare o per conoscersi. In una società che ha mutato abitudini e consuetudini le nuove forme di comunicazione possono passare anche tra dei messaggi così, ma tanto prima o poi gli occhi si dovranno incrociare”.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: