“tre auto intelligenti” Confronto Peugeot 2008 vs Renault Captur vs Ford Puma

“Piccole Grandi Auto” si diceva un tempo delle B-Suv. Piccole neanche più tanto la 2008 raggiunge i 430cm che può benissimo essere la misura di una berlina media. Piccoli sono i motori, ormai attestati sulla cubatura dei 1.0 cc, max 1.3, quasi sempre tre cilindri turbo, con potenze, un tempo impensabili. Anche i più scettici (tra cui io) si sono dovuti ricredere sia su questa architettura, (sia sulle piccole cilindrate) e queste potenze. Negli anni ottanta, c’era stata la fiat Uno Turbo con motore 1.3 (ma anche la Renault 5 turbo, e la Ford Fiesta Turbo), piccoli motori potenti ma mal gestibili e costosi. Presto si passò a cilindrate superiori anche per le piccole bombe che sempre erano presenti nel listino delle diverse Case Automobilistiche. Così si arrivò a cilindrate 1.6 a iniezione, che erano più fluide nel funzionamento, con erogazione non rabbiosa ma costante e tanti cavalli. Con l’elettronica sempre più presente e che gestisce ormai tutto: dallo sterzo, ai freni, all’acceleratore e iniezione,  trasmissione e motore, sistemi di sicurezza ADAS, sistema Infotainment,  le auto sono più facili nell’utilizzo, ma infarcite di sistemi di supporto alla guida, sia passivi (o ordinari), che attivi, cioè gestiti dal pilota. Abbiamo oggi  tre cilindri turbo, anche  di 1.0 cc, con potenze che arrivano a 140 CV, e non è finita qui. Entro pochi anni i sistemi ibridi affiancheranno (fino a sostituire) il propulsore termico e le potenze continueranno a salire, l’inquinamento a diminuire.

Intanto però oggi vi parlerei di tre piccoli Crossover che stanno “rubando” il cuore degli automobilisti, sono auto che permettono di vivere l’auto usufruendo di tutti quei sistemi di supporto,  possibili fino a poco tempo fa solo in categorie superiori. Per sicurezza attiva e passiva, modularità infotainment con navigatori, gestione climatizzatore, hifi, telecamere per parcheggiare, ma anche per la lettura di cartelli stradali, sono moderne e funzionali. Le si possono usare anche in città quotidianamente. Auto intelligenti appunto, valide in ogni circostanza, anche per la famiglia e con un rapporto tra qualità e dotazioni, rispetto al prezzo, interessante.

La Peugeot 2008, nasce sulla piattaforma modulare CMP della 208, la medesima della Opel Corsa e di molti modelli che vedremo nei prossimi anni – anche del Gruppo FCA/Stellantis, prima tra tutte la nuova Fiat Punto e Alfa Milano(?) – Una struttura studiata e realizzata per modifiche non sostanziali, che non ne compromettono la solidità e che è studiato per l’alloggiamento delle batterie per i modelli Hybrid.

La 2008 è di fatto una 3008 in piccolo, ne riprende lo stile e forme, dando precedenza alla personalità, rispetto alla versatilità di altri modelli. Non è troppo alta e ciò giova nella guida, con una buona stabilità in ogni condizione. Un feeling che si ritrova anche nei propulsori di diversa natura, sia benzina, diesel che full hybrid.

Quanto al benzina, troviamo il 1.2 PureTech da 100 e 130 CV. C’è poi il 1.5 a gasolio BlueHDi da 100 e 130 CV. Nella versione più sportiva GT-Line a benzina, la Peugeot 2008 arriva fino a 155 CV  C’è poi la versione  100% elettrica. Autonomia dichiarata di 230 Km, potenza 136 CV (100Kw). A breve si pensa che arriverà anche una versione con cilindrata più piccola, ma  di egual potenza, per lo sviluppo Stellantis che interesserà anche la produzione transalpina e le relative sinergie.

Gli interni sono moderni e ben rifiniti, con un’abitabilità discreta, ma non eccelsa per i passeggeri (Max 2 dietro per viaggi lunghi). Il bagagliaio può vantare una capacità pari a 434 lt. Il Cockpit può essere analogico/digitale o completamente digitale, con in più il sistema infotainment da  7” o di 10″.

Per tutte le versioni  nell’allestimento sono di serie: Abs, airbag frontali anteriori, airbag laterali, alzacristalli  elettrici anteriori e posteriori, attacchi isofix, avviso anti-colpo di sonno, chiusura centralizzata, collegamento Usb, comandi al volante della radio, computer di bordo, controllo antiarretramento, controllo elettronico stabilita, controllo elettronico trazione, cruise control, frenata automatica, poggiatesta posteriori,  retrovisori esterni elettrici, sedile guida regolabile in altezza, sensori parcheggio posteriori, sensori pressione pneumatici, servosterzo, sistema Stop&Start, telecamera anteriore riconoscimento segnali stradali, vernice metallizzata, volante regolabile in altezza.

Le misure: Peugeot 2008. Lunga 4.30 metri, larga 1.77 e alta 1.53.

Facendo un grande balzo in avanti rispetto alla generazione precedente, la Captur si  presenta oggi come un modello di maggior equilibrato e sfruttabilotà,  forse la migliore scelta del momento.  Non del tutto originale come la 2008, essendo lo sviluppo della serie precedente, ma ha ancora una linea moderna che con pochi tocchi è ancora attualissima. Il comfort ora è notevolmente migliorato con uno smorzamento più progressivo e meglio controllato delle sospensioni. Migliorata l’insonorizzazione e il filtraggio (tranne nelle versioni con cerchi da 18” e coperture ribassate). La qualità a bordo è cambiata, le finiture e i materiali sono di maggiore ricercatezza, così come le plastiche morbide e che prevengono rumori e scricchiolii. Migliorate guarnizioni e filtraggio del mondo esterno. Insomma i materiali che costituiscono l’abitacolo sono completamente differenti e a bordo si respira un’aria nuova. Anche il sistema infotainment contribuisce, grazie ad un sistema multimediale di ultima generazione, a migliorare tanti aspetti  della vita a bordo. Con  MY Renault c’è la possibilità di interagire con la vettura anche da remoto. Si tratta di un’App fatta per organizzare percorsi, funzioni e  anche per individuare la posizione del veicolo e controllarne la manutenzione, fissando direttamente un appuntamento con il  concessionario.

Misure: Lunghezza 423 cm, larghezza 180 cm, altezza 158 cm e passo 264 cm.

La plancia prevede uno Smart Cockpit che cambia secondo le versioni. Riesce ad essere una vettura economica e povera, o di ottima finitura – secondo gli allestimenti ed eventuali optional.  Si parte dalla LIFE/ZEN/INTENS/INITIALE PARIS/BUSINESS. Nella versione base, LIFE, le dotazioni standard sono troppo povere (e spesso non si possono aggiungere optional): Niente aria condizionata, niente radio, Ci sono solo i fari a led e limitatore / regolatore di velocità, sedile posteriore scorrevole.  Solo l’autoradio  e ruotino di scorta. La versione ZEN: troviamo di serie l’aria condizionata, sistema multimediale con touch screen da 7 pollici  compatibilità con smartphone (GPS opzionale), luci automatiche, cruise control , Prese USB . Tra gli optional: Navigatore, il climatizzatore automatico e i tergicristalli ad attivazione automatica. INTENS: offre il climatizzatore automatico, la plancia  digitale 7 ”,(optional 10”), il sistema multi-Sense per la personalizzazione di luci e atmosfere interne all’abitacolo. Ci sono poi dei pacchetti per supporti digitali e cambio EDC. La INITIALE PARIS:  Sedili e pannelli plancia e porte con inserti di pelle e legno con cuciture a vista , Touch screen da 9,3 pollici, console galleggiante, caricatore a induzione, volante e sedile riscaldati, fari full LED BUSINESS: ha in listino Assistenza alla frenata d’emergenza, Lane Departure Warning, Lane Keep Assit, Airbag frontali, laterali a tendina sia anteriori che posteriori, Frenata attiva con riconoscimento pedoni e ciclisti. Distance Warning (distanza di sicurezza). C’è poi la possibilità di avere altri optional relativi all’assistenza al parcheggio, e molto altro ancora.

 

Motoristicamente, il 1.3 TCe da 130 CV a benzina a 4 cilindri si rivela quale propulsore  ideale (anche se visti i tempi e la concorrenza, risulta di fatto esserci  un vuoto a livello di offerta di motori, il 3 cilindri 1.0 benzina da 100 CV a breve verrà affiancato  da una nuova unità a colmare un vuoto nella produzione Renault).  Le sue prestazioni sono comunque generose e consumi contenuti  riescono a soddisfare tutte le esigenze.  C’è anche una versione da 155 CV con cambio EDC, sportiva e grintosa e anche una versione  Plug-in Hybrid con motore 1.6 aspirato a benzina da 91 CV abbinato a due unità elettriche: quella da 67 CV gestisce la trazione full electric mentre la seconda  HSG da 34 CV sincrono col propulsore termico. (la cui funzione è anche quella di ricaricare le batterie – che rubano spazio al bagagliaio).La versione Diesel presente in catalogo,  entro il 2021 cesserà di essere prodotta. La dinamica di guida e l’impronta a terra generosa non temono le situazioni più difficili. L’auto resta reattiva e agile nel misto e confortevole e stabile nelle percorrenze ad andature  medie e alte.

Ford Puma, il nuovo piccolo crossover dell’ovale blu ha di fatto sostituito l’Ecosport (forse più SUV – tant’è che è presente la versione 4×4 che su Puma non è prevista). E’ più confortevole, più sportiva e sicuramente le doti stradali non temono confronti con la precedente versione. La linea è  aggressiva, ancor più grintosa nei dettagli con profonde nervature sui fianchi a donarle maggior slancio. Su strada si mette in evidenza  per un valido rapporto fra precisione di guida e comfort.. Ford Puma aggiunge la versione mild-hybrid. Il moto-generatore elettrico recupera energia nei rallentamenti e in accelerazione supporta il motore a benzina.

E lunga 4.20 metri, larga 1.80 con un altezza di 1.54. Con un passo di 2.59 sfrutta  la piattaforma della Fiesta , e pur non  offrendo gli stessi spunti e prestazioni della berlina, è  piuttosto convincente e trasmette un ottimo feeling alla guida. In parte sospensioni e coperture aiutano, ma c’è molto di più. Seduti, in alto – ma non troppo –  il guidatore gode di un piacevole sensazione di sicurezza, e  un buon compromesso tra agilità e precisione di guida. All’interno, si trova un ambiente sobrio e rifinito, ma altrettanto comodo e arioso. La plancia è quella della Fiesta, ma con strumentazione digitale. Il cockpit da  12,3”, senza particolari spunti di originalità. Display touchscreen da 8″,  più una serie di funzioni e servizi aggiuntivi disponibili attraverso il sistema di informazione e intrattenimento SYNC 3 (sempre il più chiaro ed intuitivo), grazie al modem incorporato FordPass Connect. La plancia riprende quella della Ford Fiesta, che è garanzia di funzionalità e razionalità.
Sicuramente ben fatta e funzionale, ma nulla di più. Posti comodi e spaziosi, sia davanti che per i passeggeri. Il padiglione si abbassa un po’ dietro e i più alti potrebbero soffrirne. Ottimo il bagagliaio, ben 456 litri. E più il pozzetto sotto il piano di carico con una capacità di ben 80 litri.

Il motore è un  tricilindrico 1.0 turbo a benzina può avere potenze variabili da 100 CV,  125 CV, che nelle versioni ibride è offerto anche con 155 CV e spinge bene anche ai regimi più bassi e garantisce un allungo sportivo, ma la sua voce si fa sentire un po’ troppo in accelerazione.

C’è anche una versione diesel  il 1.5 EcoBlue a gasolio da 120 cavalli e le trasmissioni automatiche e con cambio a doppia frizione e 7 marce. Non ci sarà la trazione integrale.

Chiusura Centralizzata Scheda , Incl. Cristalli Elettrici,Climatizzatore A Controllo Automatico
Sistema Di Ventilazione Con Display Digitale E Filtro Antipolline A Combustione, Inserti Pregiati: Alluminio+Pelle Sul Pomello Leva Cambio, Look Carbonio Sul Cruscotto E Pelle. Tappetini, Servosterzo Ad Assistenza Variabile E Elettrico,Volante In Pelle Reg. In Altezza, Reg. In Profondità E Multifunzione, Attivazione Vocale Include Sistema Audio, Include Comandi Telefono, Include Comandi Sistema Navigazione. Connessione Bluetooth Con Connessione Telefono E Con Musica In Streaming, Limitatore Di Velocità, Luce Vano Bagagliaio,Luci Di Lettura Posteriori, Predisposizione, Cellulare Caricatore, Presa Di Corrente 12v Ant., Pulsante Accensione Veicolo, Regolatore Di Velocità
Rete Wifi, Sbloccaggio A Distanza Del Bagagliaio Con Telecomando,Selettore Modalità Di Guida Include Mappatura Motore, Include Controllo Stabilità E Include Controllo Trazione, Sistema Di Controllo Distanza Di Parcheggio Posteriore Con Radar, Sistemi Di Navigazione 3d+Voce, Comandi, Internet, A Colori, 8,0, Info Traffico E 20,3, Smart Card/Chiave Automatica, Include L’apertura Senza Chiavi, Include Accensione Senza Chiavi E Include Regolazioni Programmabili,Specchietto Di Cortesia Illuminato Per Conducente E Passeggero, Console Al Pavimento, Portabicchiere Ai Sedili Anteriori, 12,3 Display Multifunzionale Pannello Strumenti 1 E 31,2, 8,0 Display Multifunzionale Touch Screen, Plancia 1 E 20,3
Computer Con Velocità Media, Consumo Medio, Consumo Istantaneo E Autonomia, Contagiri, Indic. Pressione Insuff. Pneumatici, Pannello Strumenti Con Schermo Tft Riconfigurabile, Riconoscimento Segnaletica Stradale, Temperatura Esterna, Bracciolo Anteriore, Rivestimento Sedili Pelle Premium (Principale) E Pelle Premium (Addizionale), Sedile Conducente, Passeggero Individuale Con Manuale A 1 Via, Sedili Posteriori Panchetta Con 0 Regolazioni Elettriche, Ribaltamento Asimmetrici, Fisso E 3 Posti7 Altoparlanti Bang & Oluf, Comandi Audio Al Volante, Conness.Dispositivi Est.Intrattenimento Include Porta Usb Anteriore, Sistema Audio Comprende Radio Am/Fm, Radio Digitale, Touch Screen E Schermo A Colori

Sistemi di sicurezza Attivi (disponibili a seconda delle versioni):

2 Poggiatesta Sedili Ant. , Con Reg. In Altezza, 3 Poggiatesta Sedili Post. , Con Reg. In Altezza
Airbag Anteriore Conducente, Airbag Anteriore Passeggero Con Interrutore Di Disattivazione
Airbag Laterale Anteriore,Airbag Laterali A Tendina Ant./Post., Avviso Superamento Corsia Attivazione Sterzo, Cinture Sicurezza Ant. Conducente E Passeggero Con Pretensionatori, Cinture Sicurezza Post. Conducente Con Pretensionatori, Cinture Sicurezza Post. Passeggero Con Pretensionatori, Cinture Sicurezza Post. Centrale A 3 Punti, Sistema Di Allerta Collisione Che Attiva Luci Di Arresto Con Frenata Automatica , Frenata A Bassa Velocità , Vel. Minima 5 , Include Sist. Riconoscimento Pedoni Allerta Visiva/Acustica,Sistema Isofix, 4 Freni A Disco Con 2 Dischi Ventilati, Abs, Assistenza Alla Frenata Di Emergenza, Ebd, Recupero Energia Frenante Motore, Comando Luci Con Sensore Di Oscurità E Abbaglianti Automatici Automatica, Fari Fendinebbia, Fari Principali A Superf.Complessa , Anabbagl. Led  Abbagl. Led, Led Di Arresto, Anabbaglianti, Luci Diurne, Luci Posteriori E Abbaglianti
Luci Di Svolta / Illuminaz.Marciapiede, Luci Funzionamento Diurno.

Tre auto simili, ma differenti: La Peugeot è la più originale, ma è anche quella più costosa. La Renault la più sobria che vanta l’esperienza della serie precedente. La Puma, un ottimo compromesso tra le due. Meno capiente, ma con maggiore spunto, sportiva ma parca nei consumi.

Dipende per cosa la si sceglie e per come la si vuole e deve usare. La Ford può vantare l’esperienza acquisita con Ecosport e Fiesta, che si possono definire i genitori della Puma. La 2008, ha dato un taglio con il passato e ha sfruttato l’originalità della sorella maggiore 3008, ricercatissima all’interno, quasi futuristica e anche un po’ complessa, riprende le linee taglienti e scolpite  e forse esasperandone il concetto. Vanta un’ottima tenuta di strada e un gran comfort. La Captur, talvolta denota qualche pecca in taluni comparti. Non sempre i componenti secondari sono all’altezza, su strada è più rigida rispetto a 2008, ma permette un maggiore sfruttamento generale. La Puma ha grandi doti di agilità. Ottimamente insonorizzata, non teme pavè e la tenuta non mostra sorprese. Insomma, per me Puma potrà avere un maggiore sviluppo in termini di successo, (anche Myld Hybrid), ma se dovessi comprare un’auto – con due figli – e con necessità di una sola auto in famiglia, punterei su Captur, la più comoda, magari la versione a Gas. (La Renault è anche la più economica).La 2008, anche se ha tagli davvero originali, una piattaforma moderna, così come i propulsori, non mi ispira poi troppo, ma resta un giudizio strettamente personale, non avvalorato da alcun dato e nessuna prova su strada. Chissà, che a breve non possa autosmentirmi.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: