Da Volkswagen un nuovo B-Suv-coupé, il TAIGO, a breve nei Mercati di mezzo Mondo.

 

Con questo nuovo SUV-coupé anche la Volkswagen sperimenta un nuovo terreno. Si tratta della prima vettura del segmento B che si presenta con una carrozzeria così originale. Le idee sono in fermento, la Volkswagen  Taigo intende sedurre con un look che è si ricercato e al contempo originalità  che è anche ardire, osare, provare a sondare nuovi stili. (peraltro già visti su modelli del gruppo, ma di diversa stazza – tipo Audi Q8- Q5-Q3) per diventare protagonista della categoria.

La moda dei SUV-coupé viene emulata e sta gradualmente iniziando a interessare tutti i segmenti. In precedenza più appannaggio dei produttori premium, ora anche i generalisti stanno adottando questo organismo. Già la Renault aveva introdotto , per il suo segmento C, la  Arkana  che rappresenta il primo vero SUV-coupé polivalente con il portellone particolarmente inclinato, caratteristico del genere iniziato da BMW. e il suo X6 . Ora Volkswagen sta provando l’avventura con la sua nuovissima Taigo,

 Taigo è un veicolo urbano che può competere con il Peugeot 2008, Renault Captur, Ford Puma, Citroen C3 Aircross, Hyundai Kona, Nissan Juke, Seat Arona, Toyota Yaris Cross . Il Design del  VW Taigo  non è particolarmente originale, ma trasmette quelle che sono le prerogative del marchio, quella sensazione di qualità e robustezza che ne hanno decretato il successo del Brand.

Sarà proprio questo tipo di sensazione uno dei motivi principali per l’acquisto di questo nuovo arrivato, La sua linea insolita, può piacere o no. Il frontale è convenzionale e riprende quello della T-Roc. La fiancata e il posteriore, aggiungono quella nota distintiva più volte citata e ne decreteranno o meno il successo.                                                                                                                                                                                                                             

                                                                                                                                                                                                      All’interno la Taigo presenta un  layout molto  convenzionale. Troviamo la plancia della T-Cross, impreziosita da un sistema multimediale più sofisticato e dall’aria condizionata con comandi touch.

Basato sulla stessa piattaforma della T-Cross o della Polo , il Taigo ha dimensioni molto interessanti per un B-Suv, e pur essendo le misure generali maggiori di molti concorrenti della categoria, il tutto è ripagato dal tanto spazio interno e per i bagagli. Un Suv dall’altezza inferiore ai maggiori concorrenti (anche di 9 cm) che però va a confermare la vocazione stilistica vicina all’essere coupé.

Lungh: 427 cm / Largh 176 cm/ Altez 149 cm / passo 257 cm

Motori:

Al momento  sono previsti:  il  3 cilindri 1.0 TSI in due livelli di potenza (95 CV e 110 CV, quest’ultimo abbinabile al cambio a doppia frizione DSG a 7 rapporti). C’è poi il vecchio  4 cilindri 1.5 TSI 150 CV . Non c’è nessun sistema di  microibridazione  ne  la versione diesel.

Non sembra esserci quel salto di qualità o quel “plus” che alzi l’asticella del Suv-Coupé, rispetto ad altri prodotti del Mercato. Si può definire più un esperimento stilistico che trasforma la Polo in un Suv con le ruote grandi ma che, contemporaneamente vorrebbe avere velleità sportive. Tutto questo è rimandabile ad una “prova su strada” appena la vettura sarà disponibile in Italia.

Un risultato che potremmo valutare solo con una prova reale e che potrebbe poi – nei fatti – rivelarsi più interessante e non solo affascinante.

 

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: