Mostra d’Arte “La Libertà nelle Arti visive” dal 7 al 16 maggio [+ Galleria]

E’ stata inaugurata ieri la mostra d’arte contemporanea fortemente voluta e curata dalla Critica d’arte Valeria Fatato e seguita dal Direttore Artistico Leonardo Paglialonga. Una mostra di “Piena libertà espressiva“. La libertà è il concetto che emerge e si mostra come un sentimento che anima e spinge a creare ad esprimere; si muove nei diversi ambiti dell’ arte,  nella pittura, nella fotografia e nella scultura. Alle 17.00 di ieri, domenica 7 maggio, all’interno della Sala Ipogea del Museo Michetti  di Francavilla al Mare si è svolta l’inaugurazione. La mostra si sviluppa sui quattro lati esterni, più i quattro lati interni  di uno spazio adibito alle Mostre, di rara bellezza architettonica. Moderna ma funzionale, la sala contiene all’interno, anche se aperta su due lati, una seconda sala, dove si è tenuta la presentazione vera e propria. Gli artisti, ben 82, provenienti sia dall’Abruzzo, che dalle regioni vicine, hanno potuto esporre il loro concetto di Libertà attraverso questa iniziativa artistica. Sono stati in tanti, quindi, quelli che hanno partecipato attraverso le scuole e le Associazioni promotrici.

La Mostra ha inoltre il Patrocinio del Comune di Francavilla al Mare, e delle Associazioni degli “Artisti Abruzzesi Lejo“, ma anche “L’incontro degli artisti” e “Arteuropa” di Avellino e “Arte in Bottega” di Roma.

Tanti coloro che avrebbero voluto esporre, ma nella pur grande quantità di opere, alcune sono state rimandate ad altro evento. Consci della difficoltà di promuovere l’Arte, ma anche consapevoli di quanto questa sopporti limiti continui nella sua diffusione, e nella possibilità di sviluppo, questa lodevole iniziativa non può che essere condivisibile e promossa.

Francavilla al Mare, tra l’altro è anche una piacevole meta da raggiungere per una gita, in concomitanza della Mostra,  si possono, con l’occasione,  riscoprire dei luoghi incantevoli.  Dall’alto del luogo in cui si erge il Polo Museale, “Museo Michetti” si gode inoltre di una bellissima vista mare,  anche dall’interno del Museo, ma magnifiche sono le terrazze e l’ampio spazio innanzi all’entrata principale.

Nella Mostra è possibile visionare tutte le forme espressive artistiche classiche e moderne che hanno una interpretazione propria del tempo che viviamo. Si passa dal classicismo, alla dematerializzazzione, alla rottura, alla ricomposizione. Ci sono artisti classici che si sono saputi reinventare passando però dalla bottega del Maestro d’arte. Questi si notano subito anche perché non si inventano nulla, ciò che emerge è dettato da un sapiente uso delle luci e dei colori, delle ombre che danno senso prospettico o profondità all’insieme. Nei quadri più classici sono i colori accesi e i sensi e il saper usare il colore a dare profondità all’immagine. Anche un dipinto piatto sa essere arte, quando cì sono velature e interpretazioni che rispecchiano la realtà del mondo. La china in un paio di opere trasmettono le medesime sensazioni dei carboncini delle prove, negli studi del corpo umano. Arte moderna e contemporanea che sfrutta i materiali riciclati, elementarietà e giochi e spruzzi di colori sono tante altre storie che vengono comunque narrate con passione.

La mostra è visitabile negli orari di apertura del Museo: tutti i giorni dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20 (lunedì chiuso), fino al 16 maggio 2017.

segue la videointervista  del giornalista Fabio Rosica a Leonardo Paglialonga, direttore artistico della mostra collettiva d’arte contemporanea “La libertà nelle arti visive” inauguratasi domenica 7 maggio 2017 al Museo Michetti di Francavilla al Mare. Riprese e montaggio Pino Di Felice.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: