E’ terminata un’edizione 2019 di “Battiti Live” di grande successo: quasi un milione e mezzo di telespettatori in media, meglio del 2017 e 2018

Si è chiusa mercoledì sera con la messa in onda dell’ultima puntata ufficiale, registrata in quel di Bari, l’edizione 2019 dell’annuale Battiti Live di Radio Norba, dal 2017 in collaborazione con Italia 1 e Radio 105. Un’edizione di grande successo premiata sia dai tanti presenti nelle piazze della Puglia (Vieste, Brindisi, Trani, Gallipoli e Bari) che hanno ospitato le varie serate sia dagli ascolti, davvero ottimi considerando la media di Italia 1 attuale e anche facendo i paragoni con le edizioni 2017 e 2018: se nel 2017 si era arrivati a una media di poco più di 900.000 telespettatori, nel 2018 sono saliti a poco più di un milione fino ad arrivare quest’anno a 1.477.000 telespettatori di media con uno share medio dell’8,86%. Che sia Battiti Live per l’immaginario collettivo il degno erede del Festivalbar (che – stando alle voci – potrebbe tornare in onda su Mediaset nel 2020) più di quanto non lo fosse il Summer Festival in onda fino allo scorso anno?

Fatto sta che il successo di tale tour itinerante sta, oltre che nell’ormai affiatata coppia alla conduzione composta dal direttore di Radionorba Alan Palmieri ed Elisabetta Gregoraci (con Mariasole Pollio rappresentante del pubblico), in un cast di artisti in grado di accontentare tutti gli appassionati di ogni genere e di ogni età. Si sono infatti susseguiti sul palco di Battiti artisti che possono vantare grandi numeri a livello di vendite, diverse hits e un pubblico transgenerazionale come Alessandra Amoroso, J-Ax, Gigi D’Alessio, Nek, Francesco Renga, Luca Carboni, Max Pezzali, Fabrizio Moro, Il Volo, Le Vibrazioni o i Tiromancino. E tutti questi si sono divisi il palco e gli applausi del pubblico con le nuove leve di grande successo della musica italiana come i Maneskin, Achille Lauro, Mahmood, Irama, Benji & Fede, i Boomdabash, Takagi & Ketra (accompagnati da Giusy Ferreri), Elodie, i The Kolors e persino il vincitore di Amici Alberto Urso e la finalista Giordana Angi. Oppure nomi di successo internazionale come LP e gli Ofenbach, che con successi come Lost on you, Girls go wild o Be Mine hanno fatto cantare piazze intere. Gente che al Festivalbar non avrebbe affatto sfigurato. E in più l’ospite fisso della manifestazione, quel Gabry Ponte che nel corso delle varie puntate, piaccia o no, ha mostrato di sapersi destreggiare tra diversi generi, dall’EDM alla canzone d’amore italiana, il tutto declinato nello stile dance che da sempre lo contraddistingue. Appuntamento al prossimo anno con tanti complimenti alla produzione. Rigorosamente “nel cuore della musica”.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: