Maurizio Russo, l’artista dei liquori made in Italy

2016-12-28-19-48-05I prodotti della ditta Maurizio Russo li ho conosciuti per caso. Una mia amica, una sera ci ha portato a casa questa bottiglia, che già nell’aspetto dava l’idea di essere di una certa qualità generale. Abbiamo assaggiato la Crema al Cioccolato e Grappa di Aglianico unita al latte di bufala. Qualcosa mai sentito. Il cioccolato è il primo gusto che si percepisce, poi arriva l’alcool gustoso della grappa di Aglianico e infine il sapore fresco ma consistente del latte di bufala. Una cosa mai sentita prima. Dolce, caldo e cremoso.

Da quel regalo, arrivato come dono in una serata in cui si erano consumati prodotti – tutti campani – di un negozio (che chiamo oreficeria) noto nel quartiere per la qualità del venduto, mi sono incuriosito e ho cominciato a cercare il Marchio, che di fatto non conoscevo. Prima di tutto su internet.

Ho scoperto un mondo nuovo e tante cose interessanti.  L’azienda nasce nel lontano 1889. Chi ne segue l’evoluzione al giorno d’oggi, alla quarta generazione, lo fa con un occhio attento alla tradizione ma anche guardando al futuro. Gianluca e Massimiliano sono l’anima di un’eredità condivisa da ogni singola persona che ogni giorno collabora con loro.  Il marchio è diventato una delle eccellenze di richiamo del Made in Italy.

I prodotti sono selezionati nei singoli ingredienti e nelle filiere che li compongono. Tutto viene tracciato fino alla produzione che segue i più rigorosi procedimenti che ne assicurano la conservazione e l’igiene (come confermato anche dalla certificazione UNI EN ISO 9001).

Tradizione e innovazione. Tutto si riscopre in quest’anima partenope. Ci sono prodotti tipici all’interno del catalogo “Maurizio Russo”. L’ho sfogliato su internet. E’ anche un bel sito, ben fatto, con tanti spunti anche per drink e ricette. La ditta sa guardare anche al futuro, all’innovazione e alla sperimentazione. Ci vuole arte e capacità innate verso un gusto che si sa rinnovare, di anno in anno, di generazione in generazione.

Torniamo alla mia storia: Preso dalla curiosità ho cercato i punti vendita a me più vicini per diversificare e provare altri prodotti e allargare anche la mia collezione. La scelta è ricaduta sulla crema di liquore prodotta con latte di bufala e pregiato rum caraibico, la Crema di Rum. La sfumatura ora è di tutt’altra natura. Sembra di tornare ai sapori delle care vecchie caramelle Rossana. La cremosità abbinata al Rum, fa tornare alla mente sapori, e ricordi  nostalgici che vanno alle vecchie creme fatte in casa agli odori delle cucine indaffarate nella produzione dei dolci. La Crema al Rum mi è piaciuta anche di più della prima, e quindi le ho messe una vicina all’altra.

2016-12-25-23-07-57

Oggi vi ho parlato dei due sapori che ho potuto assaggiare e che fanno bella mostra di se nel mobile bar di casa mia. Ho un altro prodotto pronto per essere aperto la sera del 31 dicembre di questo 2016 molto particolare, da metterci alle spalle. Dopo il cenone ci aspetta la Crema di Limoncello. Non so dirvi ancora nulla su lei, ma ve ne parlerò il prossimo anno. Spero di illustrarvi altri prodotti di questa casa tutta italiana. Un’eccellenza in Italia e nel mondo della quale andare fieri. Se avete tempo fatevi un giro sul profilo Facebook e sul sito Maurizio Russo , vedrete tante cose interessanti e non potrà non venirvi voglia di assaggiarle. Non ci sono solo liquori, ma anche creme, grappe, dolci e panettoni, elisir, sciroppi….. un mondo .

Tutto è nato da una bottiglia scura “BU’” con latte di Bufala 100%…. ora ne sono testimonial e anche fan.

Buon anno a tutti.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: