Ciambellone agli agrumi

Il ciambellone agli agrumi è un dolce tradizionale e semplice, ottimo per la prima colazione, che accontenta sia i gusti più esigenti degli adulti, sia quelli più delicati dei bambini. La forza del ciambellone è principalmente nella sua consistenza soffice, morbida, e nella pasta leggermente umida, ben alveolata, che lievita in altezza e regala fette ampie e soddisfacenti: in queste caratteristiche, infatti, il ciambellone agli agrumi ricorda molto il plumcake alla frutta, altro classico dolce della colazione.

Appena sfornato, il ciambellone è capace di diffondere in cucina un aroma di agrumi davvero inconfondibile, che solletica il palato di tutta la famiglia. Il dolce aroma di arancia e limone conquista il naso e poi il palato, al primo assaggio.

Questa ricetta si avvale di ingredienti semplici e genuini, che spesso si trovano già in dispensa, e che non hanno bisogno di lunghe preparazioni. Inoltre, nella ricetta tradizionale del ciambellone agli agrumi – sebbene ogni famiglia custodisca una propria, legittima, versione – non sono presenti il latte e i suoi derivati (quindi nemmeno il burro). Una discreta dose di olio di semi, infatti, basterà a fornire la parte grassa ad un dolce che, per sua natura, è tutt’altro che pesante e indigesto. Se inoltre si avrà la necessità di presentare il dolce per un’occasione più formale della consueta colazione in famiglia, si potrà dotare il ciambellone di una golosa glassatura all’arancia, che lo renderà perfetto anche per le merende tra amici o come delizioso fine pasto.

Ingredienti

per uno stampo da 20 cm:

  • 175 gr di farina 00
  • 50 gr di fecola di patate
  • 4 uova fresche
  • 150 gr di zucchero
  • 100 ml di olio di semi
  • 100 ml di succo di arancia
  • scorza grattugiata di un’arancia non trattata
  • 25 ml di succo di limone
  • scorza grattugiata di un limone non trattato
  • una bustina (circa 16 gr) di lievito in polvere per dolci
  • un pizzico di sale
  • zucchero a velo q.b. (per guarnire)

Per preparare il ciambellone agli agrumi è necessario iniziare dalle uova, possibilmente a temperatura ambiente: separare i tuorli dagli albumi, tenere da parte quest’ultimi e mescolare i tuorli con lo zucchero, sbattendo bene con delle fruste elettriche, fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Aggiungere a filo l’olio di semi, il succo di arancia e il succo di limone, continuando a mescolare con cura (in alternativa, potete svolgere l’operazione con nel cestello di una planetaria).

Aggiungere al composto anche la farina setacciata direttamente nella ciotola, insieme al lievito e alla fecola di patate. Continuare a mescolare con cura e, appena la farina sarà ben amalgamata, aggiungere anche la scorza di arancia e di limone grattugiata finemente; infine aggiungere un pizzico di sale.

Riprendere gli albumi che si erano tenuti da parte e montarli a neve ben ferma, poi unirli gradualmente al composto: prima una cucchiaiata abbondante per stemperare l’impasto e in seguito un cucchiaio alla volta, mescolando sempre dal basso verso l’alto in modo che non si smontino.

Ungere e infarinare uno stampo da ciambellone, versarvi delicatamente l’impasto e infornarlo in forno statico preriscaldato a 170°C, lasciando cuocere per 40-45 minuti; prima di sfornare il ciambellone, fare la prova stecchino e spegnere il forno solo quando resterà ben asciutto dopo averlo inserito nel dolce. Tradizionalmente, a questo punto bisogna spegnere il forno e lasciare il ciambellone al suo interno per altri 5 minuti, con lo sportello del forno aperto. Infine, togliere il ciambellone dal forno e lasciarlo freddare nel suo stampo: è necessario aspettare che si freddi (la superficie deve essere pressoché a temperatura ambiente) per toglierlo dallo stampo e capovolgerlo su un piatto da portata senza che si corra il rischio di spezzarlo. Servire il ciambellone con una leggera spolverata di zucchero a velo.

 

 

 

 

 

 

 

Sfondo foto creata da KamranAydinov – it.freepik.com

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: