Verso l’università ed oltre: agli italiani piace studiare!

Agli italiani piace studiare: è quanto emerge dall’indagine Eurostudent che ha analizzato le condizioni di vita e di studio degli studenti italiani dal 2016-2018.
Dallo studio viene fuori anche un interessante aspetto: gli studenti sono proiettati ad un’alta specializzazione che li indirizza verso la laurea magistrale e ai master di perfezionamento.
Dai dati spicca, inoltre, che gli studenti italiani dedicano sì, molte ore allo studio, ma anche al lavoro, sacrificando il tempo delle lezioni.
La laurea specialistica Unicusano va incontro a queste esigenze proponendo un piano di studi vario ed accessibile 24H/24, consentendo così agli iscritti di poter pianificare le lezioni virtuali e lo studio in maniera autonoma.

Discipline tecnico/scientifiche vs Discipline umanistico/sociali

Gli studenti delle aree tecnico scientifiche impiegano più ore di studio rispetto a chi sceglie un percorso umanistico. Le ore di studio sono più alte perché le discipline tecniche richiedono lo svolgimento di esercizi teorico-pratici in laboratorio che altri corsi di laurea non prevedono.
Chi però è iscritto a facoltà umanistiche e sociali riserva un tempo maggiore al lavoro.
Sappiamo quanto siano alti i costi dell’Università, soprattutto in quelle più prestigiose. Se si affianca il trasferimento come fuori sede diventa molto difficoltoso sostenere tutte le spese senza arrotondare con un lavoretto.
Statistica importante da rilevare è che con l’aumentare delle ore di lavoro settimanali diminuisce necessariamente lo studio, e in particolar modo quello che si svolge in università con lezioni e seminari specifici. La rigidità del sistema universitario tradizionale, che prevede corsi in orari definiti e fissi e limitata accessibilità alle aule per via della presenza in aula del professore, non riesce a venire incontro appieno a chi lavora. Diventa così più difficile sostenere in tempo gli esami e quindi si allungano i tempi del conseguimento della laurea.
L’Università online potrebbe rappresentare una soluzione per ottimizzare i tempi, visto che si può studiare quando si vuole.

Grado di Soddisfazione

Il 60% degli studenti italiani dichiara di essere molto soddisfatto della propria preparazione teorica, soprattutto alla triennale e nelle discipline medico-scientifico. La percentuale di soddisfazione si dimezza se si parla di preparazione pratica. Questo perché nelle università, in particolar modo per i corsi di studio afferenti alle discipline tecnico-scientifiche, non si ha un’adeguata organizzazione dei momenti pratici che possono dare allo studente universitario una preparazione completa per affrontare il lavoro dopo la laurea. Risulta quindi importante per gli studenti di alcune aree frequentare assiduamente, riducendo la possibilità di poter finanziare i propri studi.
Con l’avvento della crisi economica, tuttavia, le famiglie con condizioni economiche non proprio elevate hanno continuato a favorire lo studio universitario ai propri figli. Un desiderio di formazione, quindi,che non si è arrestato negli anni, anche se si sono allungati i tempi medi per il conseguimento del titolo.

Gli universitari italiani, infine, non si fermano alla triennale, ma oltre il 60% prosegue con la laurea magistrale. Le motivazioni sono principalmente due: la laurea triennale non è ampiamente riconosciuta come titolo per aspirare a carriere importanti e la laurea specialistica in molti casi completa gli studi della triennale e quindi favorisce la creazione di una professione più completa.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: