Stop ai furbetti. Trenitalia lancia il nuovo biglietto regionale valido solo per 24 ore

Nuovo biglietto regionale Trenitalia

Chi è abituato a viaggiare per tratti lunghi o più ridotti affidandosi al sistema ferroviario italiano, si sarà tristemente abituato ai ritardi che spesso accompagnano l’arrivo del proprio treno e alle conseguenti parole (spesso e volentieri giuste e sacrosante) di chi si lamenta della situazione dei treni in Italia che costringono pendolari e viaggiatori occasionali a viaggiare all’interno di vagoni tutt’altro che puliti, molto spesso carichi di persone a cui si aggiungono i tanto odiati ritardi che rendono l’esperienza del viaggio una vera e propria odissea soprattutto sui lunghi tratti.

Anche in casi del genere, in particolare sui treni regionali, esistono tuttavia i soliti furbetti che approfittano della situazione caotica e dei controlli non sempre continui per viaggiare sul treno in maniera completamente gratuita evitando di acquistare un biglietto oppure non obliterandolo. Ed è proprio per contrastare la sempre crescente evasione che si verifica quotidianamente sui treni in tutta Italia che Trenitalia a partire dal 1° agosto ha introdotto il nuovo biglietto regionale che ha come obiettivo quello di contrastare proprio l’azione dei furbetti a svantaggio degli altri viaggiatori.

Fino ad oggi, infatti, i biglietti dei treni regionali e interregionali di Trenitalia avevano una validità di 2 mesi dalla data di acquisto, un elemento che dava ai viaggiatori meno onesti la possibilità di evitare di obliterare il biglietto e, in caso di mancati controlli, di usare più volte lo stesso biglietto anche per viaggi successivi. Con il nuovo tagliando, invece, questo non sarà più possibile e l’evasione causata dal mancato utilizzo dei biglietti potrebbe subire un brusco colpo rispetto a quanto avvenuto fino ad oggi.

A partire dal 1° agosto i viaggiatori che dovranno acquistare un biglietto del treno regionale o sovraregionale, presso una biglietteria o una postazione self-service, dovranno indicare la data del viaggio. In questo modo il biglietto, anche se non obliterato, sarà valido esclusivamente fino alle 23:59 della data stampata sul biglietto. I biglietti obliterati, invece, saranno validi per 4 ore, ma nel caso in cui la validità dovesse terminare durante il viaggio, l’utente potrà comunque completare il viaggio.

I viaggiatori, inoltre, avranno la possibilità di cambiare la data e l’itinerario del biglietto acquistato, ma solo entro le 23:59 del giorno prima alla data di partenza. Le modifiche potranno essere apportate solo una volta per ogni biglietto, e potrà essere fatto gratuitamente presso una delle 2500 biglietterie o postazioni self-service, con tariffa variabile presso l’agenzia di viaggio in cui è stato acquistato il biglietto o con un sovraprezzo di €0.50 presso punti vendita Sisalpay, lottomatica o tabaccai. E se la nuova mossa di Trenitalia rientra nella più ampia strategia di lotta all’evasione che ha già portato a molti provvedimenti adottati sul territorio italiano, l’introduzione del nuovo biglietto andrà tuttavia a creare qualche grattacapo soprattutto a quei pendolari che, per risparmiare tempo, facevano scorta di biglietti in vista degli spostamenti futuri.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: