Ogni anno 8 milioni di tonnellate di plastica finiscono nei nostri oceani

L’inquinamento causato dalla plastica rappresenta uno dei più importanti problemi a livello ambientale, e negli ultimi anni questa questione ha raggiunto livelli davvero preoccupanti. Il WWF ha registrato che ogni anno vengono prodotte 450 milioni di tonnellate di plastica l’anno, 8 milioni di tonnellate di rifiuti contenenti plastica vengono riversati negli oceani e nei mari, e 700 specie sono state interessate dal fenomeno di inquinamento di materie plastiche. L’inquinamento marino può impedire ai produttori fotosintetici, come alghe e plancton di ricevere abbastanza luce solare per creare nutrienti, e quando questi organismi sono minacciati, l’intero ecosistema marino è messo a rischio. I materiali plastici, inoltre, degradandosi con la luce del sole, entrano nell’acqua potabile e nell’aria che respiriamo. La prova più triste dell’inquinamento marino è rappresentata dalle cosiddette “isole di plastica” situate negli oceani, ovvero agglomerati di rifiuti galleggianti. La più grande isola di plastica del mondo è nota come Great Pacific Garbage Patch e si trova nell’oceano Pacifico. La protezione dei mari e degli Oceani è diventata ormai una questione urgente e fondamentale. Ognuno di noi, nel suo piccolo, può quotidianamente mettere in atto semplici azioni per proteggere l’ambiente marino dalla plastica.

Ecco 8 consigli per ridurre il nostro impatto di plastica sull’ambiente

1. Non comprare verdure in contenitori di plastica e non usare posate e piatti monouso di plastica. Un grande numero di tartarughe marine muoiono per aver ingerito rifiuti di plastica
2. Cercare prodotti in bottiglie o barattoli di vetro. 
4. Evitare di utilizzare la pellicola trasparente. 
5. Non utilizzare prodotti contenenti microsfere. Le microsfere sono piccole particelle di plastica che vengono aggiunte ad alcuni prodotti per la cura come il dentifricio e lo scrub viso. Gli impianti non sono progettati per filtrare microsfere, di conseguenza queste finiscono nell’oceano.
6. Indossare fibre naturali anziché sintetiche se possibile. 
7. Eliminare l’utilizzo di acqua in bottiglie di plastica.
8. Non gettare le lenti a contatto nel lavandino o nel wc: esse non sono biodegradabili e pertanto rilasciano microplastiche nelle acque.

 

 

 

 

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: