Foodora Italia è stata rilevata da Glovo

Molti gli esponenti del settore che hanno contribuito, negli ultimi anni, alla crescita di un mercato come quello del food delivery, la consegna di cibo a domicilio che milioni di persone usano quotidianamente nelle principali città del mondo. Ma è proprio questa crescente concorrenza che rende necessari investimenti sempre maggiori per diventare più competitivi avvicinando un maggior numero di clienti.

Se da un lato colossi del calibro di Uber Eats proseguono su questa strada, esistono altre realtà che decidono di cambiare strategia, arrivando se necessario a lasciare determinati paesi. E’ il caso di Foodora Italia, la divisione italiana del brand di food delivery di proprietà della tedesca Delivery Hero. La società ha infatti confermato la cessione delle attività di Foodora Italia alla spagnola Glovo.

I dettagli finanziari dell’accordo non sono stati resi noti. Ma intanto la notizia certa è che la società spagnola Glovo andrà a rilevare le attività di Foodora Italia. Quest’ultima, di proprietà della tedesca Delivery Hero, è presente nel nostro paese dal 2015. Ma è stato nei mesi scorsi che l’azienda ha annunciato la decisione di lasciare il mercato italiano, mettendo in vendita l’attività, stessa decisione annunciata per altri paesi come Francia e Paesi Bassi.

In quell’occasione la società aveva dichiarato che l’obiettivo di Delivery Hero è quello di lavorare con un modello economicamente efficiente puntando su crescita e leadership. Ma in Italia, a causa della crescente concorrenza, questo obiettivo risultava ormai impossibile da raggiungere con investimenti ragionevoli, portando quindi alla decisione di vendere.

Adesso a farsi avanti è stata Glovo, altra società specializzata nella consegna di prodotti a domicilio. L’azienda spagnola che ha acquisito Foodora Italia, non è specializzata solo nella consegna di cibo, ma anche di numerosi altri prodotti, dalla spesa, alle medicine fino a comprendere libri e molto altro.

Anche Glovo è attiva in Italia dal 2015 ed è presente in 12 città, mentre a livello globale effettua consegne in 76 città di 20 paesi. Inevitabile che, con l’acquisizione della divisione italiana di Foodora, la società spagnola potrà spingere ulteriormente sul food delivery nel nostro paese. L’acquisizione, tuttavia, sarà progressiva. Significa che le attività proseguiranno sotto il marchio Foodora Italia e, solo in seguito, verrà tutto inglobato all’interno del brand Glovo.

 

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: