Banda Larga, reinventare il nostro futuro più velocemente

internetLa Banda Larga è ormai diffusa nel Mondo, non  così tanto in Italia, malgrado le potenzialità siano ampiamente disponibili. Forse ancora non è ben conosciuta su larga scala e le società e imprese non hanno ancora investito e acquisito le tecnologie e le competenze necessarie per il suo sviluppo capillare. Cosa si intende per Banda Larga? Broadband ha una definizione molto  ampia ed elastica:  Viene definita Banda Larga  l’Internet veloce, ovvero 1) la possibilità di  trasmissione e ricezione di una grande quantità di dati simultaneamente lungo lo stesso cavo o mezzo radio, ad una velocità superiore ai precedenti sistemi di telecomunicazione. 2)Banda larga è anche  quel sistema che permette una condivisione di una linea da diversi sorgenti con più dati che vengono inviati contemporaneamente.  3)Banda larga ha come caratteristica principale la trasmissione dati sulla stessa linea, ad una velocità superiore rispetto ai precedenti sistemi di telecomunicazione, possibilmente, ma non necessariamente, maggiore di 2Mbit/s. Tutte definizioni vere ma  c’è di più!

banda larga1jpg

La Commissione europea utilizza il termine per indicare una connessione più veloce di quella possibile tramite un modem analogico dial-up. Il vantaggio di una connessione più veloce non ha limiti. L’utilizzo di una rete più snella può avere ripercussioni positive in tutti gli ambiti di applicazione  siano esse informatiche, commercio, sanità ma anche per quei settori più evoluti dell’industrializzazione avanzata e ingegneristica. Si offre, in sostanza, anche di una nuova opportunità  dal punto di vista della produttività può permettere un aumento in termini statistici,  dell’occupazione e dei possibili ricavi.

L’attuale Governo sembra voler promuovere, anche per colmare il Gap con i  principali Paesi Europei per  la diffusione del BroadBand. L’attuale legge di Stabilità approvata comprende investimenti per lo sviluppo della rete telematica in banda larga e per le piattaforme informatiche relative. Broadband resta comunque un concetto che cambia con l’evolversi della tecnologia che riguarda i sistemi di comunicazione e i sistemi tecnologici.

Banda Larga

Quante “bande larghe” ci sono? – La più tradizionale, quella per cui negli anni sono stati fatti maggiori investimenti e lavori nelle nostre città  per posizionare e cablare i relativi e particolarissimi cavi, è  la  fibra ottica, che permette una trasmissione dati che utilizza cavi in fibra vetrosa che  propagano i  segnali ottici. La fibra ottica è più resistente del rame e garantisce una velocità di trasmissione dati di gran lunga superiore, tanto che solitamente si definisce come tecnologia a banda ultralarga. (non è diffusissima se non nei grandi Centri urbani e i costi sono piuttosto elevati). Anche il 3G e 4 G appartengono ad una forma di Banda Larga e Ultralarga che si serve di sistemi radiomobili – quelli degli attuali Smartphone. Questi sistemi oltre alla maggiore velocità del trasferimento dei dati e di una serie di pacchetti e servizi consente di avere maggiore informatizzazione e utilizzare i sistemi mobili come vere postazioni fisse, permettendo anche una migliore e più veloce produttività. In campo medico ci sono nuove possibilità di monitoraggio, così come anche nuovi sistemi di videochiamate e videoconferenze.

Internet è più veloce e il lavoro diventa migliore. In termini Economico/statistico la diffusione della Banda larga può contribuire ad un aumento del PIL, per “l’uso e la riconversione del lavoro sulle nuove tecnologie veloci e grazie all’uso delle tecnologie veloci per arrivare ad un migliore lavoro”.

Banda Larga2

“Km di Futuro” è la campagna che sta approntando la Tim utilizzando anche l’immagine di chi della Comunicazione e del Marketing  non solo lo conosce ma lo insegna all’Università: Alberto Mattiacci  è Professore Ordinario di Economia e Gestione delle Imprese alla Sapienza di Roma, Presidente della Società Italiana Marketing, Direttore scientifico Eurispes. Accademico dai tanti interessi,  ama sperimentare e innovare e sfugge perciò allo stereotipo del professore universitario. Appassionato di arte e sport, specialista di televisione e media, esperto di vini e produzioni agroalimentari di qualità. Tim ha chiesto il suo contributo:

alberto mattiacci resized

[embedyt] http://www.youtube.com/watch?v=8M28MplXN5E[/embedyt]

Banda larga qualsiasi connessione ad Internet (wireless o di rete fissa) fra i 2 e i 20 Mbps in download. Come banda ultralarga invece, si considerano tutte quelle connessioni che permettono di scaricare a 30 Mbps o più, e non è finita qui. Questi parametri sono mutevoli, si evolveranno sempre di più……e tutto sarà più veloce.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: