Twitter potrebbe abbandonare il limite di 140 caratteri nei tweet

Jack_Dorsey_Twitter

Sotto la guida di Jack Dorsey che ha preso il posto di Dick Costolo come Amministratore Delegato, Twitter continua ad aver bisogno di un rilancio in grande stile che consenta alla piattaforma di attirare molti più utenti rispetto agli attuali 316 milioni ogni mese, per incrementare gli introiti ed attirare ancora più pubblicità.

Un obiettivo ambizioso che, secondo nuove indiscrezioni, potrebbe passare anche attraverso un importante cambiamento della struttura stessa del social network, con la rimozione del limite dei 140 caratteri nei tweet.

L’indiscrezioni, diffusa dal portale Re/Code, rivela che i vertici di Twitter starebbero valutando la concreta possibilità di rimuovere in maniera definitiva il limite dei 140 caratteri, una scelta che potrebbe attirare maggiormente gli inserzionisti pubblicitari ma anche gli utenti stessi che non avrebbero più limiti nei tweet da condividere.

Inoltre Twitter ha di recente introdotto la possibilità di retwittare i messaggi con un commento e già rimosso il limite in questione per i messaggi diretti.

Al tempo stesso si tratta di una decisione difficile, soprattutto se si considera che i 140 caratteri sono uno degli elementi più caratteristici della piattaforma sin dalla sua nascita, e cambiare strada potrebbe far storcere il naso ai fans storici del portale.

Quel che è certo, è comunque la necessità di un rinnovamento per Twitter, che nelle scorse settimane è stata superata anche da Instagram che conta ormai 400 milioni di utenti attivi.

Share

Commenti

commenti