Le 100 migliori città europee per passare i week-end secondo GoEuro

Se stavate pensando ad una piccola evasione dalla vita quotidiana, vi diamo qualche suggerimento sulle mete più ambite per trascorrere i fine settimana, secondo l’Indice delle migliori destinazioni per il weekend, pensato per ispirare i viaggiatori e aiutarli nella scelta della prossima destinazione in Europa dove trascorrere il fine settimana. La lista è stata stilata da GoEuro, l’innovativa piattaforma di ricerca e prenotazione di treni, autobus e voli in tutta Europa, in collaborazione con il motore di ricerca per case vacanza HomeToGo.

Sono state messe a confronto ben 2000 destinazioni europee per ottenere le migliori 100 città, valutate secondo cinque principali categorie di interesse: attività, vita notturna, cibo e bevande, alloggi e trasporti pubblici. Infine, il punteggio è stato ottenuto anche tenendo conto dell’offerta turistica, il prezzo di servizi e prodotti e la qualità della vita.

Al primo posto con un totale di 98.35/100, si posiziona come vincitrice indiscussa Barcellona città particolarmente attrattiva per la movida, la cucina e le attività, seguita da Praga (96.14/100) e Berlino (95.76/100).

Nella top 100 troviamo anche 10 città italiane, con Roma in testa che grazie ad un punteggio di 77.1/100 si guadagna la 12° posizione assoluta. Un ottimo risultato se si pensa al numero di location analizzate: in lista anche Milano, Firenze, Napoli, Venezia, Siena, Bologna, Pisa, Verona e Matera a farci guadagnare soddisfazione tra i primi classificati.

Per vedere la classifica completa: http://www.goeuro.it/viaggi/weekend.

Tra le 100 città che hanno preso posto in classifica, le più prenotate su GoEuro dagli italiani nel 2016 troviamo Salisburgo, Valencia e Varsavia, capovolgendo la lista delle destinazioni più classiche. Salisburgo ottiene grande attenzione sotto le feste natalizie ma non solo, infatti l’estate quando il clima consente di praticare sport, fare trekking e arrampicata o semplicemente passeggiare per la città e rilassarsi nei tipici caffè del centro storico diventa una meta molto ambita.

Valencia attrae invece per la sua cucina e per la giovialità degli abitanti, oltre che per l’ottima offerta di alloggi. Varsavia, infine è giovane, dinamica e moderna; vale la pena visitare la Città Vecchia, la Strada Reale e il quartiere finanziario con il famoso ed imponente Palazzo della Cultura e della Scienza.

Per quanto riguarda la miglior città per singola categoria troviamo Londra per la categoria attività, che considerano le attrazioni in termini di musei, percorsi culturali e tematici, intrattenimento e shopping, seguita da Parigi e Roma.

Per la vita notturna troviamo Berlino, seguita da Cracovia e Barcellona. La classifica di GoEuro tiene conto dell’offerta musicale, del prezzo degli alcolici, del costo degli ingressi e della qualità dei trasporti pubblici notturni. I dati sono ricavati dall’Indice del prezzo della Birra di GoEuro, in combinazione con il GoEuro Fun City Index, che valuta le città in base al numero di locali notturni, gli orari di chiusura e le venue disponibili.

Molto interessante anche la graduatoria delle città che offrono piatti prelibati al prezzo più conveniente sempre stilata da GoEuro. Le capolista della categoria cibo e bevande sono entrambe spagnole: Barcellona e Madrid. Roma guadagna il terzo posto, a pari merito con Parigi. A seguire, Londra, Istanbul, Berlino, Milano, Praga e Lisbona.

La classifica delle 10 città che offrono il miglior rapporto qualità/prezzo in termini di alloggio si apre con Kiev, seguita da Zagabria e Budapest, città belle ed accoglienti e perfette da visitare per un weekend. La classifica tiene conto del prezzo degli alloggi in base alla popolarità delle destinazioni, alla disponibilità di camere nelle strutture e al costo della vita.

La prima in classifica per la categoria trasporti pubblici è Bucarest dove il prezzo medio per chilometro in taxi è di 31 centesimi. Il secondo posto della classifica è di Sofia. Un biglietto singolo per viaggiare in autobus a Kiev, la terza classificata, costa 15 centesimi.

 

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: