In Sardegna non decolla il turismo su Web

La Sardegna riparte insieme a Marketing01. Corsi gratuiti su web marketing e-commerce e turismo, e consulenza per le Pubbliche Amministrazioni. Ecco la formula dell’azienda per sostenere la ripresa della Regione

La Sardegna è pronta e vuole ripartire, lasciandosi alle spalle l’incubo del lockdown da covid19, e vuole farlo iniziando da quelli che da sempre sono i suoi punti di maggior forza economica: il turismo e i prodotti gastronomici locali tipici. Per questa nuova fase, l’Amministrazione Regionale sarà affiancata da Marketing01, tra i migliori 30 Google Premier Partner del mondo, che si è offerta di mettere gratuitamente a disposizione delle Regioni le proprie competenze nel settore del marketing.

Oltre ad affiancare gli Enti Pubblici, l’azienda ha deciso di rivolgere il suo aiuto anche agli imprenditori locali, organizzando dei corsi gratuiti, per aiutarli a sviluppare tutte le competenze necessarie ad affrontare questa nuova fase economica nel migliore dei modi. Tutti i corsi sono organizzati nel pieno rispetto delle norme di sicurezza anticovid19, mantenendo le necessarie distanze di sicurezza, e consentendo l’accesso ad un numero limitato di persone (prenotazione obbligatoria).

Prossimi appuntameti ad Olbia il 5 giugno con un doppio corso, alle 9:00 “Google Ads per E-Commerce” e alle 15:00 “Google Ads per la ripresa del turismo”.

Andando ad analizzare l’attuale situazione economica dell’isola, infatti, Marketing01 ha rilevato una straordinaria voglia di ricominciare a lavorare da parte degli imprenditori locali, che vorrebbero puntare ora su innovazione, web e turismo. Il 67% degli intervistati vorrebbe far ripartire la sua attività cercando nuovi clienti, ma non sa bene come realizzare campagne di comunicazione efficaci, il 59% vorrebbe sviluppare la vendita online dei suoi prodotti attraverso un sito di proprietà, il 72% vorrebbe rinnovare la propria attività alla luce dei nuovi comportamenti di consumo che si sono affermati a seguito dell’emergenza da covid19, ma non sa bene in che modo intervenire.

Oggi il modo di navigare in rete dell’utente si è modificato. Si tratta di un cambiamento che era già in atto da tempo e che è stato accelerato dal lockdown, che ha imposto a tutti di rimanere a casa, con il web come unica finestra sul mondo. – Dice Paolo Bomparola, Fondatore di Marketing01 – Le ricerche dell’utente medio sono cresciute del 130% mese su mese. Appare evidente, quindi, come la presenza online sia determinante per la vendita di beni e servizi. È importante, però, riuscire a essere presenti su internet nel modo giusto, comunicando nel modo corretto la propria immagine e i propri punti di forza.

 

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: