Transition: la prima “auto volante” sul mercato nel 2019

Immaginare di poter guidare un’automobile che, all’occorrenza, consenta prendere il volo e decollare per raggiungere più rapidamente la propria destinazione, eliminando il problema del traffico urbano sembra davvero un sogno, ma non è solo una idea, ma un progetto su cui già svariate aziende stanno lavorando, con l’obiettivo di sfruttare lo spazio aereo per muoversi più rapidamente soprattutto nelle grandi città.

Per assistere al lancio di progetti come quelli svelati da tempo da società del calibro di Uber o Airbus, sarà necessario attendere ancora qualche anno. Ma l’arrivo sul mercato della prima auto volante è invece più vicino di quanto si pensi. La soluzione arriva dall’azienda cinese Terrafugia, che a partire dal 2019 lancerà sul mercato Transition, che può essere definita a tutti gli effetti la prima automobile in grado di spiccare il volo.

Terrafugia è un’azienda fondata negli USA da alcuni ingegneri del Dipartimento di Aeronautica e Astronautica del MIT e nel 2017 è stata acquisita dalla cinese Zhejiang Geely Holding. L’azienda è specializzata nella progettazione di vere e proprie auto volanti. Ed è proprio uno di questi progetti, chiamati Transition, che dovrebbe approdare sul mercato statunitense a partire al 2019.

Si tratta di un’automobile a due posti dotato di motore elettrico e di un design che, ai lati, presenta due ali pieghevoli. Quando il mezzo si usa come automobile, le ali sono piegate. Quando Transition si trasforma in un aereo, è in grado di raggiungere i 160Km/h, può volare ad un’altezza massima di 3000 metri e possiede un’autonomia di 600Km. La vettura può muoversi su qualsiasi strada, ma come è naturale aspettarsi, non può decollare dovunque.

In base alle leggi statunitensi, per usare Transition è necessario essere in possesso del brevetto di pilota e il decollo può avvenire solo all’interno di proprietà private o in aeroporto. La comodità del mezzo, sta proprio nella possibilità di raggiungere la propria destinazione con un unico veicolo, senza bisogno di lasciare l’auto e prendere l’aereo.

Le prenotazioni di Transition dovrebbero iniziare da ottobre, per poi arrivare sul mercato statunitense nel corso del 2019. Riguardo al prezzo, invece, si parla di una spesa che potrebbe superare i $300.000.

Non è però l’unico progetto in lavorazione presso Terrafugia. L’azienda sta infatti lavorando ad un altro veicolo. Si tratta di TF-2 ed è un velivolo in grado di trasportare un cargo per 4 passeggeri che, all’occorrenza, può essere collegato ad una piattaforma su ruote che gli consente di muoversi su strada.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: