Rilevare sostanze inquinanti nell’acqua con una telecamera tutta italiana

inquinamento_acqua

Di tecnologie innovative in grado di migliorare la vita delle persone e semplificare il lavoro negli ambiti più disparati se ne è parlato in molte occasioni, e l’ultima novità, in tal senso, arriva da un progetto tutto italiano che potrebe rivoluzionare il rilevamento di sostanze inquinanti nell’acqua.

Si tratta di una speciale telecamera costruita e brevettata nel nostro paese, che analizzando diversi aspetti, come la variazione del colore, sarebbe in grado di rilevare la presenza di sostanze inquinanti.

Il progetto nasce da una collaborazione tra ENEA (Ente per le nuove Tecnologie, l’Energia e l’Ambiente) e lo studio ET Engineering, e molte sono le applicazioni in diversi settori, dal rilevamento di sostanze inquinanti nelle acque di scarico civili e industriali, ma anche nel monitoraggio dei corpi idrici.

Grazie al materiale utilizzato, la telecamera resiste anche alla corrosione, ma può essere ulteriormente personalizzata a seconda delle necessità di chi la utilizza, fornendo dati in tempo reale e facilitando eventuali interventi.

L’intenzione dei creatori del progetto, per il futuro, prevede l’adozione di questa speciale telecamera in diversi ambiti come i laboratori di analisi delle acque e le ASL.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: