Quick Charge 3, caricare lo smartphone in 15 minuti

quick-charge-3

La ricarica rapida è qualcosa che farebbe comodo un po’ a tutti. I moderni smartphone sono sottoposti a stress, per impegni continui su social network, whatsapp, fotografie, applicazioni quale navigatore su strade, e.mail, ricerche su internet e anche talvolta per telefonare. Riuscire – per ora – ad arrivare a fine giornata è piuttosto difficile, se non si provvede ad escludere talune funzioni. C’è comunque, spesso,  la possibilità, in ufficio, in macchina, o in aree predisposte  – a pagamento ovviamente – a fare una ricarica. Talune persone hanno ovviato con la doppia batteria (una in borsa), o con la batteria esterna che si collega con un cavetto. Ci sono anche i foderi che celano una batteria nella custodia. Tutti espedienti che non nascondono appunto l’incapacità degli attuali dispositivi a rimanere carichi per l’intera giornata.

L’utilizzo di nuove tipologie di’ accumulatori, probabilmente a breve risolverà tale limite, intanto però c’è chi ha studiato il modo per renderne più veloce la ricarica. Per fare questo però lo smartphone deve appartenere  ad una tipologia di cellulari che la deve prevedere nel proprio “DNA”

Batteria

La ricarica rapida consente una maggiore quantità di energia in entrata durante il caricamento della batteria, così facendo i tempi si abbreviano considerevolmente.  Gli ultimi sistemi di ricarica rapida utilizzano tensioni superiori alle precedenti.  Tutto questo potrebbe però portare ad un danneggiamento degli apparati se questi non prevedessero tale opportunità.

Telefono e  caricabatterie devono prevedere le medesime tensioni d’entrata e d’uscita. Un telefono normalmente va sui 4.5 volt., con le nuove tipologie di ricarica tale voltaggio in ricezione potrebbe arrivare anche a 9V . La compatibilità deve essere biunivoca. Stesso ragionamento vale all’inverso qualora l’amperaggio è inferiore nel telefono, collegare un caricabatterie più potente non sortisce effetto, se non causare possibili danneggiamenti all’apparecchio, (normalmente sono però protetti).

Quick charge,  è stata progettata per ottimizzare il trasferimento di energia nelle fasi di ricarica, consentendo agli utenti di scollegare i loro dispositivi dopo poco tempo avendo comunque una batteria con una buona carica.

Qualcomm Quick Charge 1.0, introdotta con il processore Snapdragon 600, andava ad aumentare il massimo assorbimento di corrente fino a 2.0 Ampere (sempre a 5 Volt), riducendo il tempo di ricarica.

Qualcomm Quick Charge 2.0 porta la corrente massima a 3 A, mentre i valori di tensione possono essere 5 V, 9 V o 12 V (ovviamente nel caso di smartphone vengono mantenuti i 5 V),  presente su vari modelli di processore –  Snapdragon 200, 400, 410, 615, 800, 801 e 805 – permettendo una velocizzazione della fase di ricarica di almeno il 40%, arrivando anche al 75%.

qualcomm.quick-charge-3-0Con Qualcomm Quick Charge 3.0 si andati oltre riuscendo  a migliorare notevolmente la tecnologia di ricarica rapida dalla precedente versione. Oggi si può  ricaricare una batteria quattro volte più veloce dei tradizionali caricabatterie con ricarica rapida di prima generazione.

Non solo la velocità è diminuità ma anche l’efficacia dell’azione.  Si è introdotta infatti, nella ricarica, la funzione INOV per ottimizzare il ciclo di ricarica. Cambia anche, rispetto alla precedente versione la possibilità di supportare il voltaggio. Dalle precedenti quattro:(5 , 9, 12, 20 volt) ora Quick Charge 3.0 con INOV può comunicare con il dispositivo e adattarsi ad ogni tensione compresa tra i 3 e i 20 Volt.  Ciò che permette anche un’ottimizzazione della ricarica, consente altresì un minor spreco d’energia è miglioramento delle prestazioni senza surriscaldamento del caricabatterie e dello smartphone (anche in funzione dell’Hardware istallato). La potenza massima offerta è di 18 Watt, anche se le batterie con voltaggi inferiori possono avere un maggiore beneficio e saranno ricaricate ad una maggiore velocità. I processori che al momento  supportano la nuova tecnologia Quick Charge 3.0 sono i nuovi Snapdragon 820,620,618,617 e 430

quickcharge3.1

 

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: