Nel 2018 Apple potrebbe acquisire Netflix?

Il 2017 per Apple è stato un altro importante anno di novità, a partire dalle celebrazioni per il decimo anniversario dal lancio del primo modello di iPhone, che l’azienda ha deciso di festeggiare lanciando lo speciale iPhone X, confermando ancora una volta l’importanza che i melafonini continuano ad avere per il fatturato del colosso di Cupertino. Il 2017, tuttavia, è stato anche l’anno in cui l’azienda è riuscita a incrementare sensibilmente i profitti generati nel settore dei servizi.

Come già più volte sottolineato, l’obiettivo di Apple per il futuro è quello di diversificare il proprio business, essendo ancora oggi troppo dipendente dall’andamento degli iPhone che si confermano da tempo il prodotto di maggior successo dell’azienda e quello che contribuisce maggiormente alle entrate della società. Ebbene, proprio in vista di questo progetto di diversificazione, secondo alcune ipotesi il colosso guidato da Tim Cook, nel 2018, potrebbe tentare di acquisire il colosso dello streaming, Netflix.

Prima di continuare è necessario sottolineare come non esista alcun annuncio ufficiale al riguardo, ma si tratta esclusivamente di ipotesi fatte da due analisti di una importante banca di investimenti, Citigroup. Tutto è partito dalla riforma fiscale messa a punto dall’amministrazione Trump, negli USA, che prevede una riduzione consistente delle tasse per quelle aziende che decideranno di far rientrare i capitali esteri per investire sul territorio statunitense.

Qui entra in gioco Apple che, come noto, può vantare una liquidità superiore a 250 miliardi di dollari, la maggior parte dei quali si trova al di fuori dei confini statunitensi. Con la riforma fiscale voluta da Trump, il colosso di Cupertino potrebbe decidere di riportare in patria questo impressionante capitale, da investire anche in importanti acquisizioni.

Gli analisti di Citigroup, quindi, hanno stilato una classifica delle aziende che, con maggiore probabilità, potrebbero interessante ad Apple. E stando a questa lista, esiste il 40% di probabilità che Apple decida di investire per l’acquisizione di Netflix.

L’ipotesi è tutt’altro che improbabile. Innanzitutto Netflix è da considerare la principale piattaforma di streaming presente sul mercato, ha una valutazione che supera gli 80 miliardi di dollari, conta oltre 100 milioni di abbonati nel mondo e può vantare un catalogo di contenuti di eccellente qualità e in costante espansione. Apple, dal canto suo, in questi ultimi anni ha deciso di investire in questo settore, e arrivando persino a produrre i suoi primi programmi in streaming, offerti al pubblico attraverso Apple Music.

Non è difficile credere, quindi, che Apple nel 2018 possa scegliere di puntare sulla piattaforma streaming per eccellenza con l’obiettivo di crescere in questo settore, investendo parte della sua cassa per quella che potrebbe rivelarsi l’acquisizione più dispendiosa portata a termine dal colosso di Cupertino.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: