Nuova BMW Serie 1, la concorrenza si inchina, o deve affilare le armi [+ Galleria]

Basata sulla piattaforma UKL del MPV Active Tourer, della  MINI e  dei Crossover  X1 e X2, questa terza generazione di serie 1 è una vera e propria rivoluzione in casa BMW. Uno stile personalissimo, mostra una linea davvero bella, sportiva e al contempo elegante.  Abbandona il 6 cilindri (tutti i suoi motori sono trasversali 3 e 4 cilindri) ma ne guadagna in leggerezza, senza perderne in prestazioni. Quanto al nuovo telaio, questo è ancora più  sportivo rispetto al precedente. Leggero ed elastico, ma molto più efficace anche in funzione della sicurezza passiva.

La sua nuova Serie 1, è più corta, ma  più alta rispetto alla generazione precedente. Migliora lo spazio interno per gambe e spalle. Anche il Bagagliaio aumenta di circa 20 Lt.  Le dimensioni restano pressoché inalterate: con 432 cm di lunghezza, 180 cm di larghezza e 143 di altezza. C’è ora più spazio a bordo, per la nuova disposizione degli organi meccanici: più di spazio per le gambe (+ 33 mm), e per i gomiti dei passeggeri posteriori (+13 mm). Rimane lo spazio rubato dal tunnel della trazione posteriore (integrale). Per quanto riguarda il bagagliaio, aumenta di ben 20 dm3  e ora può essere aperto elettricamente. In totale sono  380 dm3, nella media delle compatte più famose.

I motori seguono la politica intrapresa con i prodotti  più recenti: tre o quattro cilindri trasversali, per unità benzina o diesel:

Si parte da un tre cilindri diesel di 1.5 di 115 CV che può arrivare nella configurazione a quattro cilindri, fino a 190 CV  (116d, 118d e 120d)

Per i Benzina, troviamo un blocco a tre cilindri da 1,5 litri da 140 cavalli (118i) e il motore da 2 l turbo per la versione M Performance. Sviluppa 306 cavalli (M 135 i).

Il motore di questa BMW Serie 1 di fascia alta avrà una cilindrata di 2 litri, “e la tecnologia BMW TwinPower Turbo“. Il motore svilupperà una potenza di 306 cavalli. Sarà caratterizzato da nuovi pistoni, un turbocompressore  più grande e iniettori di carburante di nuova generazione.

Le versioni prevedono poi il cambio manuale, oppure automatico a doppia frizione, ma anche la trazione sulle quattro ruote, nella versione X-Drive.

Nuove le sospensioni elettroniche a smorzamento controllato  Select-Drive (opzionali), che regalano dei limiti alla tenuta molto più elevati , a tutto vantaggio delle prestazioni  e della sportività così garantita. Sul lato della motricità grazie al  sistema ARB molto reattivo, che grazie all’elettronica viene simulato  il funzionamento di un differenziale autobloccante.

Interni:

A bordo, invece, troviamo, in tipico stile BMW, una plancia classica, ma ineccepibile nell’assemblaggio e nei materiali. C’è un progresso qualitativo da vera  premium. L’insieme ricorda molto quanto già visto nell’ultima Serie 3 nonostante alcune differenze che ne denotano una differente connotazione. Bellissima strumentazione digitale , compreso il nuovo schermo touch.

L’auto può essere assortita con tanto high-tech (opzionale), come il  head-up display, il controllo gestuale o l’assistente “auto reverse” che memorizza gli ultimi 50 metri percorsi per tracciarli. Tantissimi gli optional più o meno noti e presenti su altri modelli BMW e con qualche sorpresa tutta da scoprire.

Sarà Presentata ufficialmente al Salone di Francoforte nel settembre 2019, e tanti altri dettagli avremo modo di scoprirli più avanti

La commercializzazione avverrà da fine settembre.

Altre foto:

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: